/ Attualità

Attualità | 25 novembre 2020, 16:20

Venaria e la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

I consiglieri comunali di minoranza, Valeria Strazzeri e Giuseppe De Candia hanno preparato una panchina dimostrativa in via Pretegiani, nel quartiere teatro due mesi fa del femminicidio di Maria Masi

Venaria e la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

A Venaria è stata una mattinata di sensibilizzazione sull'importanza di soffermarsi a riflettere sul tema, in questo 25 Novembre che sempre più diventa tristemente l'appuntamento sul saldo del numero delle donne vittime della violenza di genere.

I consiglieri comunali di minoranza, Valeria Strazzeri e Giuseppe De Candia, facenti parte del gruppo consiliare del PD, hanno fatto un atto dimostrativo importante, preparando una panchina in via Pretegiani, nel quartiere Gallo Praile. Solo due mesi fa, quel quartiere è stato teatro dell'ennesimo femminicidio che ha insanguinato il nostro Paese. Maria Masi, di soli 41 anni, è stata uccisa dal marito Antonino La Targia.

La consigliera comunale, Strazzeri, ha voluto dedicare alla giornata un suo pensiero, che vi proponiamo nel testo che segue. "Questa mattina mi sono svegliata, pensando a questa giornata, al ricordo delle violenze sulle donne.
Il mondo nasce già violento e indirizza la propria autorità  discriminando per molti secoli la donna, rendendola schiava dell'uomo. Passano gli anni, ma le violenze si moltiplicano, e le donne, in qualsiasi campo, lavorativo, affettivo e di comando, vengono  sempre maltrattate".

"Sarà perché le donne hanno, a diferenza di molti maltrattatori, un quoziente di intelligenza superiore, e questa dote le rende vulnerabili. Pensiamo quanti femminicidi avvengono tutti i giorni e quanti bambini rimangono traumatizzati da queste violenze! E restano senza la propria madre! Noi cosa abbiamo fatto per tutelare le donne contro questi assasini, che hanno il coraggio solo contro la bellezza e sono senza difesa. Sono rammaricata. Questo non è  il nostro mondo. Ai nostri figli cosa gli lasceremo? Forse un mondo di strupatori senza scrupoli".

"Faccio un appello a tutto il mondo degli uomini che hanno buon senso: le donne vanno amate e non stuprate! Ci hanno dato la vita e voi gliela togliete? Siete forse degli assasini? Viva le donne! La donna, una creatura meravigliosa!".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium