/ Politica

Politica | 30 giugno 2021, 12:22

Comunali, dalla destra Roberto Salerno si candida a sindaco con il Movimento Ambientalista: "Non credo più nei partiti"

Priorità il risanamento delle aree verdi: "Noi vogliamo pesare al ballottaggio"

Comunali, dalla destra Roberto Salerno si candida a sindaco con il Movimento Ambientalista: "Non credo più nei partiti"

Roberto Salerno, storico Presidente della squadra femminile del Torino, sarà il candidato a sindaco per il Movimento Ambientalista Torino. Dopo un lungo passato nelle file della destra - prima nel MSI accanto a Gianfranco Fini, poi diventata Alleanza Nazionale, e fondatore in seguito de La Destra con Daniela Santanchè - ha deciso di dare il via ad "un movimento totalmente civico". 

"Non credo più nei partiti, luoghi di potere distanti dai cittadini" 

"Io - ha spiegato durante l'assemblea di Federalberghi Torino, sua prima uscita pubblica da aspirante successore di Appendino - non credo più nei partiti, perché sono luoghi di potere distanti dai cittadini: per questo ho deciso di prenderne totalmente le distanze". 

"Aree verdi siano risanate, attrezzate di servizi igienici, defibrillatori e vigilate" 

E Salerno contesta apertamente i due principali competitor, Stefano Lo Russo e Paolo Damilano. "Il centrosinistra, - ha detto - dopo 50 anni di governo della città, ci consegna i grandi parchi e le attrazioni paesaggistiche e storiche di Torino nel più completo sfacelo". Il candidato del centrodestra, così come Lega, Forza Italia e FdI, non hanno "mai posto come priorità la riprogettazione di quest'ultimi dal punto di vista artistico a e turistico". Tra le priorità per il Movimento che le grandi aree verdi di Torino siano "risanate, attrezzate di servizi igienici, defibrillatori e vigilate affinché i cittadini abbiano la possibilità di frequentarli con dignità". "Vogliamo poi - ha aggiunto - che dal Valentino, al Po, alla Pellerina, alla collina vengano recuperate le strutture e le attrazioni di un tempo, creando arte, cultura e turismo. Al primo punto ci dovrà poi essere la sicurezza di tutte queste aree".

"Al ballottaggio appoggiamo chi sottoscriverà le nostre priorità" 

E sul possibile risultato elettorale Salerno è concreto, non puntando alla vittoria come sindaco, ma ad avere voce al ballottaggio. "Noi vogliamo pesare - ha detto - al secondo turno: il primo dei due candidati a sindaco rimasti, che sottoscriverà le nostre priorità, avrà il nostro appoggio". 

Caffè tra Lo Russo e la "madamin" Giordano 

E all'assemblea di Federalberghi erano anche presenti i candidati del centrosinistra Stefano Lo Russo e di Azione-Italia Viva Giovanna Giordano. E proprio i due, al termine dell'incontro, sono andati a prendere un caffè per "parlare". Come già detto in passato l'obiettivo dell'esponente del Pd è che le forze riformiste confluiscano nel centrosinistra, sostenendo la sua candidatura. E che la "madamim" sì Tav faccia dunque un passo indietro, togliendo competitor ed evitando che porti via voti. 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium