/ Politica

Politica | 17 agosto 2021, 16:48

Imbrattata la sede dei Moderati. Magliano e Salerno: "Rispondiamo con un sorriso"

Parole blasfeme vergate con vernice rossa sulla vetrina dei locali di via Valperga Caluso, sede della lista civica. I candidati consiglieri comunali: "Noi non ci fermiamo"

Imbrattata la sede dei Moderati. Magliano e Salerno: "Rispondiamo con un sorriso"

La sede dei Moderati, in via Valperga Caluso 16 a Torino, è stata imbrattata di vernice rossa, con scritte che riportano "offese, riferimenti a ideologie superate dalla storia e parole blasfeme". A riferirlo due dei candidati consiglieri alle prossime elezioni, l'attuale consigliere comunale e regionale Silvio Magliano e la presidente della Circoscrizione 6 Carlotta Salerno.

"Non ci fermiamo e rispondiamo con un sorriso"

"Rispondiamo con un sorriso alle parole offensive e blasfeme vergate sulla vetrina della sede dei Moderati", commentano Magliano e Salerno, che parlano del "gesto meschino di una mano anonima che costituisce l'ennesima prova che una posizione politica moderata e di buon senso è in questo momento e in questa città quanto mai necessaria".

"È evidente, da parte dell'anonimo autore", concludono, "l'intento di colpire valori e storia dei Moderati: ma questo atto di vandalismo altro non fa che squalificare chi lo ha commesso. Cancelleremo immediatamente le scritte e continueremo più che mai ad impegnarci per Torino. L'unico estremismo nel quale ci identifichiamo è quello del buon senso, l’unico antidoto ad attacchi meschini il lavoro e il sorriso".

La solidarietà di Lo Russo, Appendino e Damilano

Solidarietà per il vile attacco alla sede dei Moderati, un gesto che manifesta la pochezza dei responsabili. Nessuna parola d’odio, nessun comportamento ostile e violento può essere accettato. Non ci spaventano, saremo ancora più determinati nella nostra proposta. Vicinanza a Mimmo Portas e a tutti i candidati della lista dei Moderati”, ha dichiarato Stefano Lo Russo, candidato del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative di Torino.

Anche la sindaca di Torino Chiara Appendino ha condannato con forza gli atti vandalici che hanno imbrattato la sede dei Moderati. "In democrazia ogni partito politico rappresenta una parte di cittadini e ne esprime le idee: il rispetto verso ogni emanazione in questo senso non è negoziabile".

"Le intimidazioni non hanno colore, neanche quello della vernice dietro cui si nascondono. Non hanno colore come le parole che vengono usate. Le intimidazioni vanno condannate e basta. Quando colpiscono le sedi del Partito Democratico, quando colpiscono la candidata sindaca del Movimento Cinque stelle e quando tentano di arginare i miei amici Moderati, guidati da una persona verso la quale nutro grande stima come Giacomo Mimmo Portas". Così Paolo Damilano, candidato sindaco di Torino Bellissima e del centrodestra.

Daniele Angi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium