/ Sport

Sport | 28 maggio 2022, 09:19

Dall’argento europeo alla sfida mondiale: il pinerolese Andrea Burlo

Il corridore ha conquistato un risultato d’eccellenza ai campionati continentali di Grosseto, nella categoria M50, e a fine mese lo attende la competizione in Finlandia

Andrea Burlo sul podio a Grosseto (foto ENDUpix)

Andrea Burlo sul podio a Grosseto (foto ENDUpix)

Un pinerolese correrà ai mondiali master di corsa campestre in Finlandia, grazie alla sua impresa di due settimane fa. Andrea Burlo, classe 1970, ha partecipato ai campionati svoltisi a Grosseto dal 12 al 15 maggio, ed è diventato vicecampione europeo master della 5 km di corsa, inoltre ha contribuito anche al raggiungimento della medaglia d’oro di squadra, sempre sulla stessa distanza.

Burlo ha iniziato a praticare la corsa da bambino insieme alle sorelle nell’Atletica Pinerolo. Dopo pochi anni decide di dedicarsi a vari sport a livello amatoriale, per poi tornare alla corsa in età adulta. A 33 anni, consigliato dagli amici, ha iniziato a praticare corsa in montagna. L’esperienza dura tre anni, seguiti da un anno di stop e un breve ritorno, sfortunatamente interrotto da un infortunio al tallone. Da sei anni è invece cominciata la passione per la corsa campestre, che rispetto alla corsa in montagna richiede sforzi diversi e meno impattanti sul corpo. Nella corsa campestre ha dimostrato un costante miglioramento: negli anni è stato campione provinciale e regionale, e vicecampione italiano in diverse discipline, fino ad arrivare al podio alla prima partecipazione in una competizione internazionale ai campionati di Grosseto, nella categoria M50.

“La corsa per me è fonte di svago, quasi un gioco. Come animatore e accompagnatore turistico lavoro prevalentemente d’estate: in inverno ho molto tempo libero, e amo impiegarlo nella corsa. Dopo ogni allenamento mi sento carico e rilassato allo stesso tempo. Praticare sport costantemente è anche un aiuto per il futuro, poiché riesco a mantenermi in forma e in salute. E naturalmente, anche raggiungere vittorie e risultati mi motiva moltissimo nell’andare avanti” commenta Burlo. I suoi allenamenti sono pressocché quotidiani, e sempre sul territorio pinerolese. “Spesso infilo le scarpe da corsa a casa, esco e parto. Siamo fortunatissimi a Pinerolo ad avere molti sentieri e spazi per correre, in tratti sia pianeggianti che collinari, su strade asfaltate e sterrate. Per la corsa campestre è il territorio perfetto” spiega Burlo, che ieri è tornato in gara in città, arrivando terzo assoluto alla ‘10mila degli Acaja’.

Ora la nuova sfida saranno i campionati mondiali master, che si disputeranno in Finlandia, a Tampere, dal 29 giugno al 10 luglio. L’ambiente finlandese sarà la perfetta occasione per proporre anche la corsa campestre alla rassegna iridata di atletica, dato che solitamente la disciplina si disputa solo d’inverno. Al fianco di Burlo nella preparazione c’è la società sportiva Santiano Dante di Baudenasca, da sempre la sua squadra nella corsa campestre. “È una squadra piccola, ma non la cambierei mai. Il sostegno morale ed emotivo del presidente, Franco Santiano, dei compagni di squadra e degli amici non ha prezzo” conclude.

Rosa Mosso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium