/ Politica

Politica | 20 settembre 2022, 12:39

L'Esercito o più forze dell'ordine in Barriera di Milano, Montaruli (FdI): "Daspo urbano per i delinquenti"

La parlamentare chiede che il Comune di Torino adotti la misura emanata dal Prefetto contro le baby gang

L'Esercito o più forze dell'ordine in Barriera di Milano, Montaruli (FdI): "Daspo urbano per i delinquenti"

Schierare più Carabinieri, se non addirittura l'Esercito, in Barriera di Milano per garantire maggiore sicurezza: è questa l'impegno della parlamentare di Fratelli d'Italia Augusta Montaruli in caso domenica di elezione. Siamo in corso Giulio Cesare all'angolo con via Volpiano. Qua l'emergenza spaccio e microcriminalità non sono solo cose che leggi sui giornali, ma la vita quotidiana. A pochi isolati da qui, a fine maggio, un uomo ha seminato il panico scendendo in strada con un machete. 

"Torino adotti il Daspo Urbano" 

E Montaruli chiede che il Comune adotti il Daspo urbano: se uno spacciatore viene arrestato una prima volta in quel quartiere, con questa misura non può tornare in quella zona. Se sorpreso nuovamente dalle forze dell'ordine in quel territorio finisce nuovamente in manette.  "Negli scorsi mesi - spiega l'esponente del partito della Meloni - abbiamo presentato una delibera popolare in cui si chiede il Daspo urbano: chiediamo che venga convocato il nostro Diritto di Tribuna, per arrivare poi a discutere il nostro atto in Commissione e Sala Rossa. La Città già ha questa possibilità, ma non la applica". Negli scorsi mesi il Prefetto Ruperto ha deciso di emanare il Daspo urbano per i membri delle baby gang che si erano fronteggiati a Nichelino. 

Più forze dell'ordine 

"Sarebbe - precisa - un passo avanti per garantire  sicurezza in Barriera, un quartiere dove i commercianti e i residenti vedono ogni giorno i loro negozi e alloggi svalutati a causa della criminalità". Accanto alla richiesta per la Città, Montaruli promette in caso di elezione un dialogo con il Ministero dell'Interno per avere "forze dell'ordine straordinarie". "Dopo l'episodio dell'uomo con il machete abbiamo chiesto al Ministro Lamorgese di tornare qui: la situazione sicurezza è già degenerata. Non è vero che c'è una riduzione dei reati: le persone rinunciano a denunciare perché dopo che l'hanno fatto sono state aggredite e minacciate" conclude l'esponente di FdI. 

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium