/ Cultura Energetica

Cultura Energetica | 05 novembre 2022, 09:00

CULTURA ENERGETICA/01 - I consigli dell’esperto per abbattere la bolletta: partiamo dalla casa

Nel nostro spazio settimanale l'imprenditore albese Massimo Marengo (Gruppo Marengo, Albasolar, Aspec Home) spiega come ridurre in modo significativo costi di gestione e impatto ambientale di abitazioni, uffici, negozi, attività artigianali e industriali

viso

Massimo Marengo, presidente e amministratore delegato del Gruppo Marengo di Alba

Il tema del risparmio energetico è quanto mai attuale, come anche quello della sostenibilità. Ma cosa fare in concreto per difendersi dal caro bollette e al contempo ridurre l’impatto dei nostri consumi sull’ambiente? Ne parliamo con Massimo Marengo, imprenditore albese con alle spalle una pluridecennale esperienza nel settore delle energie rinnovabili, fondatore del gruppo Albasolar e della start-up Aspec Home, che settimanalmente ci offrirà utili suggerimenti per risparmiare incrementando il comfort degli spazi in cui viviamo.  

***

Ho deciso di dedicarmi a questo spazio settimanale sulla cultura energetica per cercare di dare risposta ai tanti che mi chiedono informazioni più specifiche su come abbattere efficacemente i costi delle proprie bollette energetiche. Dare consigli che siano efficaci per tutti non è semplice, visto che ogni tipologia di utente ha una situazione specifica, ma cercherò di affrontarle tutte nel corso dei diversi articoli in programma.

In questa prima uscita affronterò il tema di una delle cose più importanti per tutti noi, la propria abitazione, prendendo come esempio la classica casa unifamiliare, di dimensioni comprese tra i 100 a 200 mq, dislocata su uno o due piani, impiantistica classica con termosifoni e caldaia.

Mi occuperò esclusivamente di aspetti tecnologici, dando per scontato che più l’abitazione è isolata termicamente e meglio è. A partire dal tetto, con un semplice strato di isolante sul solaio, fino ad arrivare alla sostituzione dei serramenti e al non plus ultra degli interventi: un bel cappotto.

Premesso questo, le operazioni che in sequenza ritengo migliori per rendere più efficiente la nostra casa possano essere queste, in ordine di costo ma anche di efficacia:

1. Sostituire TUTTA l’illuminazione di casa con lampade a Led: costano ormai poco e consumano enormemente meno anche di quelle già a basso consumo fluorescenti.

2. Inserire un sistema integrato per la gestione, il controllo e l’informazione energetica di tutta l’abitazione. E’ fondamentale gestire in modo corretto la climatizzazione, ma anche, più banalmente, conoscere quanta energia assorbe il nostro frigorifero. Sapere dove spendiamo e come spendiamo, tutti i giorni. Per questo la prima spesa da fare è installare un sistema di "energy smart home", che si basa su prese comandate mediante Wi-Fi, contatti Wi-Fi, valvole termostatiche Wi-Fi per i termosifoni, cronotermostati integrati, gestione degli stand by, monitoraggio economico e poi, soprattutto, in vista del successivo investimento, la gestione intelligente dell’energia e una puntuale informazione notificata, in grado di dirci TUTTI i giorni quanto spendiamo e anche risparmiamo.

3. Installare un impianto fotovoltaico da 3 a 6 kwp, a seconda degli spazi e dei consumi.

4. Installare una pompa di calore per l’acqua sanitaria: in questo modo la caldaia servirà ESCLUSIVAMENTE per il riscaldamento e la pompa di calore gestita in modo intelligente col fotovoltaico avrà un costo limitatissimo.

5. Intervenire sulla caldaia collegandone la gestione al sistema di energy smart home e inserendo su TUTTI i termosifoni valvole termostatiche Wi-Fi: in questo modo si abbatterà per singola camera il costo del riscaldamento e la gestione sarà immediata, semplice ed efficace, generando risparmi.

6. Inserire due/tre/quattro o più split (climatizzatori a parete a pompa di calore) agganciati direttamente al sistema di energy smart home per avere una doppia gestione del riscaldamento, la deumidificazione o il condizionamento estivo, tutto alimentato, quando c’è il sole, dal fotovoltaico in modo automatico, autonomo e intelligente. In questo modo se c’è il sole nelle mezze stagioni, ma anche di inverno, si preriscalderanno le camere con l’energia solare.

7. Sostituire via via gli elettrodomestici più energivori (sapremo quali sono) con modelli in classe A+++ ma soprattutto SMART, da interconnettere col sistema di energy smart home. In questo modo la loro partenza sarà gestita in modo intelligente e in presenza di energia solare, rendendo di fatto i lavaggi, a costo zero.

8. Dotare il proprio impianto di una batteria di accumulo tra i 6 e i 15 kwh, in modo da aumentare ulteriormente la copertura del fabbisogno notturno.

Questi, in breve e in sintesi, sono i miei consigli, che partono da alcuni semplici presupposti. Primo, per risparmiare non bisogna prima spendere. Secondo, occorre conoscere costi e consumi della propria casa. Terzo, occorre utilizzare al meglio l’energia autoprodotta cercando di arrivare al risultato di autoconsumo 100% e copertura del fabbisogno 100%.

Gli interventi sono tutti inseribili nel bonus casa con detrazione al 50%, ma nei prossimi mesi dovrebbe arrivare una misura più conveniente ancora, che sarà probabilmente suddivisa tra prime e seconde case.

Le banche locali erogano volentieri finanziamenti e si potrà verificare di volta in volta la possibilità di cedere il credito o avere sconti in fattura. Attenzione però a non cadere nella trappola di pagare un prezzo troppo elevato per un intervento solo perché viene paventato uno sconto in fattura, fatevi bene i calcoli sui prezzi netti e valutate la vostra convenienza finale.

In ultimo, un piccolo input pubblicitario: quando parlo di energy smart home intendo un prodotto specifico presente da poco sul mercato che potrete trovare sul sito www.aspechome.it, la startup innovativa del gruppo Marengo.

Buon risparmio a tutti,
Massimo Marengo

IP

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium