/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 30 marzo 2023, 13:40

Premio Inedito Colline di Torino: il 1° aprile alla Holden la proclamazione dei finalisti

Appuntamento alle 18 in piazza Borgo Dora

Premio Inedito Colline di Torino: il 1° aprile alla Holden la proclamazione dei finalisti

Sabato 1° aprile intorno alle ore 18, la Scuola Holden di piazza Borgo Dora a Torino ospita la proclamazione degli scrittori finalisti della ventiduesima edizione del PREMIO INEDITO COLLINE DI TORINO. Dedicato alle opere inedite in lingua italiana, è l’unico nel suo genere che si rivolge a tutte le varie forme di scrittura: saggistica, poesia, narrativa, teatro e cinema. Con un preciso intento: premiare autori affermati ma senza dimenticare gli esordienti, e alla continua ricerca di nuovi talenti. Naturalmente di ogni età e provenienza. Ai  vincitori di questa edizione sarà messo a disposizione un montepremi di OTTOMILA euro, destinato alla pubblicazione, promozione e produzione delle opere risultate vincitrici. Uno speciale “PREMIO YOUNG” è riservato agli autori minorenni, il cui premio sarà una penna stilografica offerta dalla storica industria torinese  “Aurora Penne”. Da non dimenticare il premio “INEDITO RITROVATO”, opera inedita di scrittori non viventi. Nelle passate edizioni è stato conferito a Primo Levi, Alfonso Gatto, Italo Svevo e Alessandro Manzoni, solo per fare qualche nome.

A conferma sempre più dell’internazionalità del PREMIO, registriamo iscrizioni dal Regno Unito, Cuba, Venezuela, Norvegia, Germania, Olanda, solo per citarne alcune, anche se è pur vero che a volte si tratta di autori/scrittori trasferiti per studio o lavoro fuori dai confini nazionali. Altro evento, che sempre più spesso si verifica, è l’invio degli elaborati inediti di alcuni loro scrittori da parte di Case Editrici e Agenzie Letterarie. Notizia degna di nota: il più giovane concorrente è uno scrittore nato nei primi mesi del 2010. Il più avanti negli anni è del secolo scorso, esattamente del 1928, mentre è del 1921 l’autore non in vita iscritto da una curatrice per il premio speciale “INEDITO RITROVATO”. Altra “good news” 2023 riguarda i numeri: sommando i dati degli 11 autori minorenni iscritti, per i quali l’iscrizione è stata gratuita, insieme a istituti scolastici, diversamente abili, operatori culturali e detenuti, si ottiene una percentuale del quasi 70%, dato molto interessante per l’evoluzione della scrittura in Italia, sempre ricordando, purtroppo, che il 28% degli italiani è “analfabeta funzionale”, ovvero legge e scrive ma non afferra il vero contenuto del pensiero. Il totale degli iscritti al PREMIO INEDITO COLLINE DI TORINO è per l’edizione 2023 di 661 partecipanti e 702 opere ricevute,  cifra molto distante dai 1249 accreditati nel 2021, maturata durante la parentesi pandemica. In quel tempo il maledetto Covid 19 ha incoraggiato alla scrittura le persone. Questo grazie al molto tempo a disposizione nell’arco della giornata, un modo per dedicarsi ai propri interessi e passioni culturali. Nella sala “General Store” della scuola di storytelling torinese si svolgerà la designazione degli autori che avranno raggiunto la finale, l’ingresso è libero fino al raggiungimento della capienza della sala. A questo incontro parteciperanno Valerio Vigliaturo direttore del Concorso e membro del Comitato di Lettura presieduto da Valentino Fossati,  affiancati da Riccardo Levi, Clara Calavita, Davide Bertelè e Irene Dorigotti che dall’uscita del bando – novembre 2022 – si sono interamente dedicati alla selezione dei testi e manoscritti ricevuti per le sette sezioni, secondo i criteri di valutazione generale del Premio. Ovvero la chiarezza dello scritto, l’adeguatezza dell’argomento trattato, la capacità espressiva e in ultimo l’originalità del tema in discussione. A valutare i candidati finalisti – che nel frattempo avranno ricevuto una scheda di valutazione in cui si evidenziano potenzialità e aspetti da migliorare – sarà una giuria composta da Milo De Angelis, Mia Lecompte, Piersandro Pallavicini, Fausto (Gruppo musicale Coma Cose) con l’aggiunta di altri 10 scrittori. La presidenza della giuria è affidata a Margherita Oggero, scrittrice torinese che ha appena lanciato la sua ultima “fatica letteraria”: “Brava Gente”, edita da Harper-Collins Italia.  La proclamazione dei vincitori avverrà nel mese di maggio, presso il Salone Internazionale del Libro di Torino, con conseguente premiazione.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium