ELEZIONI REGIONALI
 / Politica

Politica | 11 aprile 2024, 11:58

A Torino la prima Casa del Made in Italy, Cirio: "Moody aumenta rating del Piemonte. Regione dove è vantaggioso investire"

Al taglio del nastro il ministro Urso: cabina di regia tra Roma ed il territorio

A Torino la prima Casa del Made in Italy, Cirio: "Moody aumenta rating del Piemonte. Regione dove è vantaggioso investire"

A Torino inaugura la prima Casa del Made in Italy del paese. Al taglio del nastro in via Alfieri 10, sede dell’ispettorato territoriale del Mimit, il ministro Adolfo Urso. L'obiettivo è facilitare l'incontro con Amministrazioni locali, Camere di commercio, con l'ecosistema dei competence center, European Digital Innovation Hubs – EDIH e Case delle tecnologie emergenti, per una crescita del tessuto produttivo locale.

Raccordo tra Torino e Roma

Il progetto delle Case del Made in Italy punta, inoltre, a costruire una una cabina di regia per far sì che ci sia un raccordo tra le sedi territoriali e le direzioni generali centrali del Mimit, e poter lavorare in sinergia con gli stakeholders per fornire risposte alle esigenze del territorio. A questi compiti si aggiunge anche un osservatorio sui trend economici, tecnologici delle filiere del territorio nonché la formazione ad hoc del personale Mimit in materia di appalti pubblici, al fine di agevolare le imprese interessate all’utilizzo degli strumenti negoziali Consip.

Il francobollo di Leonardo

Nel medio termine è prevista anche la creazione di un portale delle Case del Made in Italy che dovrà garantire l'erogazione all'utenza di servizi informatici. Nel corso dell’inaugurazione, il Ministro ha partecipato alla cerimonia di Poste Italiane che ha celebrato con un bollo speciale l’evento: sopra vi è rappresentato l'uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci, con accanto la Mole Antonelliana.

Il Piemonte migliora il rating

E nell'occasione il Presidente della Regione Alberto Cirio ha annunciato che Moody’s ha aumentato il rating della Regione Piemonte che passa dal livello Ba1 (area "Non-investiment Grade") a quello Baa3 (primo gradino dell'area Investiment Grade). Un giudizio estremamente positivo anche perché inserisce il Piemonte tra le zone in cui è vantaggioso programmare investimenti.

Solo pochi mesi fa Moody's aveva promosso la Regione, unica in Italia, con il passaggio del rating da Ba2 a Ba1, valutandone in aumento l’affidabilità e l’efficienza. Ora un nuovo giudizio positivo con il passaggio dal livello Ba1 al Baa3: era dal 2015 che il Piemonte non otteneva questo riconoscimento.

"La nuova valutazione di Moody’s premia ancora il grande lavoro di questi anni", commenta il presidente Alberto Cirio, "nei quali abbiamo lavorato riducendo il debito di 2,3 miliardi di euro come certificato anche dalla Corte dei Conti".

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium