/ Attualità

Attualità | 18 giugno 2024, 10:04

Finestrini delle auto in frantumi e vandalismi, Lo Russo: "A Torino più pattuglie per la sicurezza"

Questa la richiesta del sindaco al Tavolo per la Sicurezza: la Città valuta un presidio fisso di agenti a Mirafiori

Finestrini delle auto in frantumi e vandalismi, Lo Russo: "A Torino più pattuglie per la sicurezza"

Lo scorso 13 giugno, a Santa Rita, i vandali hanno preso di mira oltre una decina di macchine parcheggiate in strada mandando in frantumi i finestrini. Negli ultimi mesi episodi analoghi si sono registrati in diversi quartieri di Torino, dal centro a Barriera di Milano.

"Più pattuglie"

Un problema che ora il sindaco Stefano Lo Russo porterà al Tavolo provinciale sulla Sicurezza, chiedendo di avere più pattuglie in giro per il capoluogo. L'annuncio questa mattina ai microfoni di TO-Radio.

"In alcune zone delle città - ha detto il primo cittadino - si sono registrati molti episodi di vandalismo e danneggiamento di opere pubbliche come giardini e giochi per bambini". 

"Questo - ha proseguito - è collegato al fenomeno della microcriminalità: porterò la questione al Tavolo per la Sicurezza, chiedendo un aumento dei pattugliamenti".

Sopralluogo a Mirafiori

Mercoledì scorso il neo-assessore comunale alla Sicurezza Marco Porcedda ha effettuato un sopralluogo a Mirafiori, dove negli scorsi anni sono state chiuse la caserma dei Carabinieri ed il comando locale del Polizia Municipale. 

"Porcedda - ha spiegato Lo Russo - sta facendo delle valutazioni per rimettere il presidio fisso e poi vedere, come e se, aumentare i vigili per strada"

Tra le soluzioni messe in campo negli scorsi mesi dal Comune i pattuglioni a San Salvario e il presidio fisico dei militari in Barriera di Milano.

"Dobbiamo fare un check, - ha proseguito il sindaco - valutare se queste formule sono efficaci o se vanno cambiate. La situazione in piazza Foroni è migliorata, ma non risolta: da più parti segnalano che lo spaccio su è spostato in altre aree"

"Il presidio fisso - ha aggiunto - ha dei pregi perché funziona da dissuasore, ma serve anche il controllo del territorio".

Tra le richieste che verranno portate al tavolo quindi quella di avere più pattuglie in giro per Torino, con un focus speciale su Barriera di Milano.

"Il presidio fisso è un deterrente, ma ha spostato il problema di qualche centinaio di metri. Quindi mettere persone che girano anche a piedi può essere efficace, a pari dispendio di uomini" ha concluso. 

Cinzia Gatti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium