/ Eventi

Eventi | 10 luglio 2024, 10:25

Ai Martedì Letterari del Casinò di Sanremo l’anteprima nazionale del romanzo: 'Ogni storia d’amore è una fine'

Domani Giovedì 11 luglio alle ore 21 nel teatro dell’Opera l’on. Riccardo Nencini, presidente del Laboratorio di Lettura del Viesseux di Firenze illustra in anteprima nazionale il romanzo”Ogni storia d’amore è una fine (Mondadori) di Aura Cenni e Lorenzo Donati.

Ai Martedì Letterari del Casinò di Sanremo l’anteprima nazionale del romanzo: 'Ogni storia d’amore è una fine'

Domani Giovedì 11 luglio alle ore 21 nel teatro dell’Opera l’on. Riccardo Nencini, presidente del Laboratorio di Lettura del Viesseux di Firenze illustra in anteprima nazionale il romanzo”Ogni storia d’amore è una fine  (Mondadori)  di Aura Cenni e Lorenzo Donati.  Gli autori hanno due identità precise ma si presentano attraverso due pseudonimi, raccontandosi e raccontando un’intensa storia d’amore che è anche una discesa nel fondo dei loro cuori per  risalire.

Questa storia non assomiglia a nessun’altra. L’amore non procede lungo una linea retta. Sboccia, sprofonda, rinasce, muore senza resurrezione. Lo sa bene Aura che, dopo una cocente delusione, ha deciso di abbandonare la sua città per cercare riparo a San Gimignano. Nella quiete della campagna toscana spera di placare il suo caos interiore. L’isolamento a cui si è votata si interrompe soltanto quando incontra Beatrice. L’anziana nobildonna restituisce un senso alle sue giornate, la consegna al futuro offrendole di riorganizzare la preziosa biblioteca e il secolare archivio di famiglia. Fra i li - bri della Torre del Diavolo, Aura conosce Lorenzo, scrittore affermato che sta lavorando al suo romanzo più ambizioso, una storia d’amore e di morte realmente accaduta nei giorni della Liberazione. Aura e Lorenzo si avvicinano con circospetta cautela. Entrambi sono dei sopravvissuti, due anime spezzate che si riconoscono al primo sguardo. Fra di loro nasce un innamoramento diverso da ogni altro, fragile come le pagine di un codice, vivido come l’inchiostro di una miniatura. Un legame profondo, imperfetto, una passione che sgorga da un dolore comune, la vita che batte in un viaggio spericolato tra arte e letteratura, meraviglia e silenzi. Gli stessi ingredienti che rendono indimenticabile il loro primo romanzo. Un racconto intimo e folle, un ritmo inarrestabile e uno stile originale a testimoniare l’essenza del sentimento più sconvolgente sul quale non smettiamo mai di interrogarci.

(Presentazione)

AURA. «Le vicende dei protagonisti dimostrano che l’amore ha mille volti e nella vita si dispiega in modo inaspettato. L’amore si può spegnere per riaccendersi in altre forme o in momenti imprevedibili. È una questione di coraggio, di onestà verso noi stessi».

LORENZO. «È così, non esiste per sempre. Devi metterti in gioco, rischiare, e i protagonisti lo fanno, ciascuno a suo modo. Lo fa Anita, una franca tiratrice fascista che per salvare il fratello si sposa col diavolo, e lo fa Aura, che trasforma la disperazione in speranza». ( Dall’intervista su Il Tirreno)

Aura Cenni, romana di nascita, milanese di adozione, scrive da sempre. Ha esordito giovanissima e oggi vanta pubblicazioni in Italia e all’estero, fra racconti brevi e saggi che hanno riscosso il plauso della critica. Nutre una grande passione per la natura, ha dedicato la sua vita alla bellezza.

Lorenzo Donati, fiorentino, è autore di una va sta produzione di saggi e romanzi tradotti anche all’estero. Collabora con quotidiani e periodici, e lavora come sceneggiatore per il cinema e il teatro. Questo è il loro primo romanzo a quattro mani.

Prossimi appuntamenti

Martedì 16 luglio ore 18.30 il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano presenta il saggio:” Giuseppe Prezzolini. L'anarchico conservatore “ ( Mondadori).

Giovedì 25 luglio alle ore 18.30 il prof. Francesco De Nicola presenta il suo saggio “Camillo Sbarbaro. La poesia è un respiro. Lettere a Giovanni Descalzo”( Edizioni Ares).

Lunedì 29  luglio ore 21.00  Ciclo la Cultura della Legalità  il Generale  Mario Mori presenta il volume:” M.M nome in codice Unico.” ( La Nave di Teseo ) e l’opera: ”La verità sul dossier Mafia-Appalti. Storia contributi opposizioni all’indagine che avrebbe potuto cambiare l’Italia.” (Piemme Edizioni).  Partecipa il col. Giuseppe  De Donno .

Il 30 luglio alle ore 21.00 nel teatro, nell’ambito del ciclo “Letteratura e Musica”. Il Tenore Fabio Armiliato  presenta l’opera  : Una vita in canto ( alchimia della musica edizioni De Ferrari) . Percorso autobiografico tra didattica misticismo e carriera di un tenore alla ricerca di se stesso attraverso il canto. Partecipa il soprano Fiorella De Luca.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium