/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 17 gennaio 2017, 07:50

A Pinerolo una serata di orientamento universitario

Il 5 febbraio, a partire dalle 20:30, al Teatro Incontro

A Pinerolo una serata di orientamento universitario

 Il 5 febbraio prossimo, a partire dalle 20.30, al Teatro Incontro di Pinerolo ed a seguire nei locali dell’oratorio della Parrocchia di Madonna di Fatima, si svolge una serata di orientamento universitario peer peer che coinvolgerà, attraverso le direzioni didattiche degli istituti superiori della zona, centinaia di studenti prossimi alla maturità.

L’esperienza, unica per il territorio del pinerolese e non solo, è stata avviata già lo scorso anno in maniera informale riscuotendo un inaspettato successo con centinaia di presenze. Visto soprattutto il ritorno positivo di chi vi ha partecipato, l’evento viene riproposto in maniera più strutturata da un comitato spontaneo di studenti universitari e neo laureati supportato dalle istituzioni.

L’iniziativa è sostenuta e patrocinata dalla Conferenza Episcopale Piemontese – Ufficio per la Pastorale Universitaria e realizzata nell’ambito del progetto Cei 8x1000 “Azioni per l’inclusione attiva”. Attraverso la pastorale universitaria regionale si è chiesto il coinvolgimento degli Atenei per fornire ai partecipanti il materiale predisposto per l’orientamento; sono stati inoltre invitati a presenziare con un loro stand il Centro Universitario Sportivo (Cus) e l’Ente per il Diritto allo Studio Universitario (EDISU).

L'obiettivo è quello di porre i ragazzi davanti alla realtà del mondo universitario attraverso il coinvolgimento diretto tra giovani, affinché la scelta non maturi esclusivamente su impressioni e valutazioni che rischiano di essere superficiali, ma nasca anche dal vivo confronto con chi l’università la sta vivendo o l’ha appena terminata. Uno strumento dunque che attiva i territori favorendo l’inclusione sociale e la cittadinanza attiva.

Alla serata parteciperanno sino a quaranta giovani come orientatori in rappresentanza di altrettanti corsi di laurea, e con loro sarà possibile in modo informale e personale farsi un’idea più chiara delle scelte future avvalendosi anche del materiale cartaceo predisposto dagli uffici di orientamento degli atenei piemontesi coinvolti.

Per i giovani del comitato organizzatore l’evento nasce: “Dal desiderio di fare qualche cosa per i più giovani ma che sperimenti percorsi nuovi, forme nuove di partecipazione, di servizio e di aiuto. La chiamiamo carità dell’intelligenza e siamo contenti, con i nostri amici delle diverse facoltà che ci aiuteranno, di realizzare nel nostro piccolo qualcosa di utile per il nostro territorio”.

Così commenta don Luca Peyron, direttore della pastorale universitaria regionale che introdurrà la serata: “A capodanno abbiamo ricevuto due importanti sollecitazioni: il Presidente Mattarella ci ha invitato ad essere maggiormente una comunità di persone e di valori, Papa Francesco al Te Deum ha invitato ad impegnarsi affinché i giovani siano protagonisti attivi della nostra società, affinché abbiano lavori dignitosi. Alberto, Francesca, Matteo, Daniele e Miriam – il comitato organizzatore della serata – ci mostrano la strada e noi non possiamo che accompagnarli e sostenerli”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium