/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 13 luglio 2017, 14:34

La cultura si fa social: con FirstLife nasce la rete tra musei, biblioteche e consorzi in Piemonte

Presentato il nuovo progetto che coinvolge Università di Torino e Regione. Obiettivo: creare una piattaforma online a supporto delle attività culturali e turistiche del territorio

La cultura si fa social: con FirstLife nasce la rete tra musei, biblioteche e consorzi in Piemonte

Operatori di cultura e turismo uniti in un'unica rete: questo l'intento di FirstLife, piattaforma digitale nata dalla collaborazione tra l'Università degli Studi di Torino e la Regione Piemonte.

Sviluppato da ricercatori del Dipartimento di Informatica, il nuovo social network riceve i finanziamenti di Co-City e WeGovKnow, entrambi fondati sulla progettazione partecipata con il coinvolgimento dei cittadini. Un Facebook per addetti ai lavori, sembrerebbe, ma funzionale per la creazione di contatti professionali e crowdsourcing. Con l'obiettivo di favorire gli scambi e le collaborazioni tra gli enti culturali del territorio che, pur operando nello stesso settore, ancora non si conoscono.

Il nome scelto per il progetto, come ha spiegato Guido Boella del Dipartimento di Informatica, è un gioco di parole rispetto alla cosiddetta second life, la vita virtuale che ciascuno conduce secondariamente: "Qui si tratta di un'amplificazione di quanto già esiste nella vita reale, la first life appunto". Rappresenta, inoltre, la continuazione del progetto TeenCarto sviluppato l'anno scorso, che riguardava la creazione di mappe territoriali pensate da e per gli adolescenti.

Ma in che cosa consiste concretamente FirstLife? Nella mappatura di tutti i luoghi piemontesi in cui si fa cultura e turismo: associazioni, biblioteche, consorzi, agenzie. Ad oggi sono 1500 le realtà già inserite, e il caricamento di altri dati continuerà nei prossimi mesi in collaborazione con la Direzione Cultura e Turismo.

Si può accedere alla piattaforma cliccando su culturaturismo.piemonte.firstlife.it e il sito regionale facciamoculturaturismo.it. Ciascun ente si registra nella propria area di competenza, ma è poi libero di navigare per tutte le altre zone incluse nella mappatura. "FirstLife dà risposta a quanto emerso in occasione degli Stati generali della cultura lo scorso anno", ha spiegato l'assessore Antonella Parigi. "Diamo finalmente agli operatori uno strumento pratico per migliorare la conoscenza reciproca e la possibilità di mettersi in rete, oltre a un database utile per accademici, addetti ai lavori e istituzioni".

Il rettore Gianmaria Ajani in risposta commenta: "Ancora una volta l'Università di Torino dimostra la capacità di fare squadra col territorio. FirstLife verrà usata a livello regionale nei due ambiti fondamentali per lo sviluppo, la cultura e il turismo". Tablet, smartphone e, da PC, i principali browser. Si potrà navigare con questi strumenti ormai alla portata di tutti. Ad esclusione di Internet Explorer: troppo obsoleto per il nuovo orizzonte social della regione Piemonte.

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore