/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | lunedì 15 ottobre 2018, 15:58

Figli di coppie gay, Appendino: "Continuerò le trascrizioni: due persone che si amano fanno una famiglia"

Così il sindaco di Torino replica, via twitter, a Generazione Famiglia. L'assessore Cerutti: "Tutti hanno il diritto di essere felici"

Figli di coppie gay, Appendino: "Continuerò le trascrizioni: due persone che si amano fanno una famiglia"

"Due persone che si amano fanno una famiglia. Continuerò le trascrizioni e non smetterò di dare la possibilità a questo amore di realizzarsi." Così il sindaco Chiara Appendino, via twitter, replica a Generazione Famiglia.

Cara Chiara Appendino - scrivono in un tweet - Due uomini non fanno una madre. Stop trascrizioni, i bambini non sono un prodotto". Parole accompagnate da un'immagine, con il logo anche dell'associazione Procura, che ritrae due uomini e un bimbo in un carrello della spesa.

Lo scorso 23 aprile la sindaca Chiara Appendino, prima in Italia, aveva trascritto all'ufficio dello stato civile dell'anagrafe i figli di tre coppie omogenitoriali.

Sulla questione è intervenuta anche Monica Cerutti, assessora regionale ai Diritti Civili della Regione Piemonte,: "Trovo questa campagna dei Pro Vita antistorica. Nella realtà di tutti i giorni non c’è una sola famiglia ma tante di diverso tipo. Questo continuiamo a sostenere anche attraverso le nostre politiche. Il riconoscimento delle famiglie con due padri o due madri non toglie nulla alle famiglie tradizionali. Tutti hanno il diritto di essere felici”.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore