/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2019, 06:27

A Nizza Millefonti disco orario a pagamento. I sindacati: "Opposizione continua, chiediamo aiuto in Regione"

Saranno 4100 i posti auto interessati dal nuovo modello di sosta, di cui 930 gialli per i residenti. Attivazione dal 4 novembre. La Circoscrizione 8 ha chiesto al Comune di prorogare le tempistiche per votare il parere in consiglio

A Nizza Millefonti disco orario a pagamento. I sindacati: "Opposizione continua, chiediamo aiuto in Regione"

Un nuovo modello di sosta debutta a Torino nella zona ospedaliera di Città della Salute. Saranno 4100 i posti auto interessati, nel tratto corso Bramante-corso Caduti sul Lavoro: 930 a strisce gialle, riservati ai residenti, 170 per i disabili e il rimanente a strisce blu, di cui 600 su via Nizza e via Genova soggetti a disco orario di un'ora a pagamento.

E' la proposta definitiva dell'assessora alla viabilità Maria Lapietra, da votare in Comune previo parere della Circoscrizione 8, che ieri l'ha presentata in commissione.

La sosta a pagamento attorno agli ospedali Molinette, Sant'Anna, Cto e Regina Margherita andrà dalle 8 alle 18.30, al costo di un euro l'ora, anticipando così il termine normalmente previsto per consentire ai visitatori dei pazienti di non pagare in orario serale.

Sono previsti in particolare due tipi di carnet cartacei acquistabili: il plurisettimanale da 180 ore - con 4 ticket da 45 - e l'altro da 450, con dieci biglietti, al costo rispettivo di 50 e 100 euro. La Città prevede anche di istituire un titolo similare ma con un limite inferiore di ore utilizzabili in settimana (25), presto smaterializzato e vincolato alla targa non appena sarà disponibile l'app per la sosta prioritaria Gtt.

Per quanto riguarda le agevolazioni dei parcheggi in struttura, per i dipendenti ospedalieri è previsto lo sconto del 10% sul prezzo ordinario dei titoli annuali: quindi 485 per il diurno e 680 per quello h24. A Valdo Fusi, invece, si va dai 1000 ai 1200.

Infine, Gtt istituirà una navetta di collegamento tra il parcheggio Lingotto - che mette a disposizione 600 posti gratuiti a rotazione per i possessori di abbonamento TPL - e tutti gli ospedali, con capolinea tecnico in piazza Carducci. Il servizio sarà attivo nei giorni feriali, con frequenza ogni 15 minuti, dalle 6.15 alle 9.15, dalle 14.15 alle 17.15 e dalle 22.15 alle 23.45.

Forte lo scontento dei sindacati. "I costi degli abbonamenti sono improponibili per i lavoratori", spiega Gerry Scotellato di Cgil. "A essere più penalizzati saranno i pazienti, costretti a pagare non solo il ticket, ma anche una sosta salata. Al mattino, poi, è sempre altissimo il livello di congestione per numero di dipendenti in servizio".

"Noi - continua - continueremo a opporci al provvedimento finché le strisce blu non saranno disegnate. Abbiamo chiesto anche un incontro con la Regione Piemonte, da cui ci aspettiamo maggiore apertura e sostegno rispetto alla vecchia giunta". E alla protesta si sono unite anche le sigle degli altri presidi ospedalieri in città - dal Gradenigo al Mauriziano - soggetti alla sosta a pagamento.

Intanto, il presidente della Circoscrizione 8 Davide Ricca ha richiesto all'assessorato una proroga per l'espressione del parere, considerato il periodo vacanziero e la scarsa presenza di consiglieri in sede. "Il voto sarà negativo - spiega - nonostante il riconoscimento per tutto quello che è stato fatto in questi mesi con il Comune e Gtt. La proposta è migliorata rispetto all'inizio, soprattutto per i residenti. Se avessero voluto metterci in difficoltà, ci avrebbero chiesto il parere a lavori della metropolitana conclusi. Avremmo avuto un quartiere meno appesantito".

Manuela Marascio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium