/ Politica

Politica | 23 ottobre 2019, 20:48

Appendino al M5S: "Non firmerò lo sgombero della Cavallerizza Reale"

Questa sera riunione di maggioranza, dove i pentastellati hanno ribadito il valore dell'autogestione

Appendino al M5S: "Non firmerò lo sgombero della Cavallerizza Reale"

Chiara Appendino non firmerà lo sgombero della Cavallerizza Reale. A due giorni dall’incendio che ha distrutto 300 metri quadrati della struttura Patrimonio Unesco, è questo il dato politico più importante che emerge dal vertice di maggioranza che si è svolto questa sera a Palazzo Civico.

Dopo la giornata di tavoli tecnici in Prefettura e sopralluoghi in via Verdi, la sindaca ha incontrato i suoi a partire dalle 18 in Sala dell'Orologio. Il M5S lunedì in Consiglio Comunale aveva difeso a spada tratta l’esperienza dell’autogestione, sostenendo per bocca dall’assessore Marco Giusta l’importanza dei beni comuni a disposizione della cittadinanza.

Una posizione ribadita questa sera in apertura dal consigliere del M5S Damiano Carretto, che oggi ha incontrato gli occupanti della Cavallerizza e il Prefetto Claudio Palomba. A rimarcarla anche la collega Viviana Ferrero, che commenta "la situazione è difficile, ma le soluzioni vanno trovate per preservare quei luoghi. Passeremo al più presto il regolamento dei beni comuni, potendo così dare piena attuazione al progetto".

Appendino, dopo aver ascoltato i suoi, ha voluto chiarire che non sarà lei a firmare l’ordinanza di sgombero del complesso di via Verdi. Una vittoria di “Pirro”, perché questa responsabilità toccherà probabilmente a Palomba e la prima cittadina non potrà fare nulla o quasi per impedirlo.

A segnare però la volontà politica dell'amministrazione di difendere l'esperienza dell'autogestione è la partecipazione dell'assessore all'Urbanistica, Antonino Iaria, all'assemblea che si svolgerà questa sera alle 21 in Cavallerizza sullo svolgimento dell'ExFestival. La manifestazione dedicata al teatro avrebbe dovuto svolgersi, a partire da questo weekend, negli spazi di via Verdi: questa sera si discuterà se rinviarlo.

Intanto oggi gli occupanti, dopo aver denunciato che era stata staccata la luce, hanno lanciato una petizione su Change.org per riconoscere l’uso civico della Cavallerizza Reale. 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium