/ Politica

Politica | 20 febbraio 2020, 20:07

Parco del Valentino, pubblicata la gara per la concessione della Rotonda: un mese per presentare le offerte

Dieci anni di concessione, doppia destinazione d’uso possibile e possibilità di installare ombrelloni ed elementi mobili nelle aree di pertinenza: l’apertura delle buste il 25 marzo 2020

Parco del Valentino, pubblicata la gara per la concessione della Rotonda: un mese per presentare le offerte

La riqualificazione del parco del Valentino prende forma, almeno per quanto riguarda la teoria: è stato pubblicata oggi, nel tardo pomeriggio, la gara pubblica per la concessione dell'immobile di proprietà comunale della “Rotonda del Valentino” in corso Massimo D’Azeglio.

Un primo passo decisivo per tornare a far vivere il parco e i suoi locali. L’assessore Antonino Iaria ha rispettato le tempistiche annunciate, visto che la pubblicazione della gara arriva con un giorno d’anticipo rispetto alla scadenza prefissata. Come annunciato inoltre, verrà garantita la doppia vocazione al locale, che potrà diventare sia un ristorante che un locale da ballo. 

Il bando non prevede la realizzazione di nuovi volumi edificati o di interventi edilizi eccedenti il restauro e il risanamento conservativo. Come noto, inoltre, nelle aree di pertinenza potranno essere posati elementi mobili di arredo quali ombrelloni, tavolini, pedane, installazioni per la diffusione di immagini e suoni. Dalle demolizioni alla sostituzione degli impianti, passando per l’aggiornamento catastale, toccherà al soggetto che vincerà la gara svolgere ogni intervento necessario per sanare gli abusi edilizi presenti e rendere l’immobile idoneo all’uso. In ogni caso, i soggetti interessati potranno visionare la Rotonda il martedì e il venerdì, rispettivamente negli orari 13:30 - 15:30 e 9:30 - 11:30, su appuntamento.

Importante poi la durata della concessione, un tema che era stato sollevato da imprenditori e associazioni, che avevano chiesto un tempo lungo per generare un profitto e avviare una progettualità a medio termine, in modo tale da rendere appetibile l’offerta: la concessione avrà una durata di 10 anni. Il soggetto che vorrà procedere al rinnovo dovrà poi comunicarlo almeno sei mesi prima della scadenza naturale del rapporto.

I soggetti interessati dovranno far pervenire le offerte entro e non oltre le ore 12 di martedì 24 marzo. Il giorno successivo avverrà invece l’apertura dei plichi e la Rotonda, almeno formalmente, potrà tornare a vivere. 

Stiamo lavorando con serietà e i risultati arriveranno”, commenta entusiasta Iaria. Il prossimo step? Le procedure per gli altri locali: “Adesso ci concentreremo sul Fluido, lo Chalet e sulla convocazione del comitato di gestione in ambito di riqualificazione”, ha concluso l’assessore all’Urbanistica.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium