/ Cronaca

Cronaca | 16 gennaio 2019, 19:47

Cold case di Martine, a Torino si va verso l'archiviazione

L'omicidio della Beauregard (la escort di origine francese uccisa nel 1969), il cui caso era stato riaperto nel 2017 dal pm Padalino, non trova elementi sufficienti dagli inquirenti per procedere

Cold case di Martine, a Torino si va verso l'archiviazione

La notizia aveva fatto sensazione un anno e mezzo fa, quando il pm Padalino aveva deciso di riaprire il caso. Ma adesso si va verso l'archiviazione della vicenda relativa all'omicidio di Martine Beauregard, la escort di origine francese uccisa nel giugno del 1969 nelle vicinanze dell'ippodromo di Vinovo.

Aveva deciso di far nuova luce sul cold case il pm Andrea Padalino, ma ora che il magistrato è in servizio alla procura di Alessandria, i colleghi che hanno ereditato il fascicolo non avrebbero trovato elementi sufficienti per approfondire la questione e pare che stia pensando di chiedere al tribunale l'archiviazione.

Di sicuro, mezzo secolo fa la morte di Martine fu un caso di cronaca nera che fece parlare a lungo: la ragazza aveva numerosi clienti nella Torino-bene e la sua fine, avvenuta in circostanze misteriose, con il corpo segnato da tracce di sevizie, aveva fatto sollevare le ipotesi più disparate.

Un omicidio sul quale non si potrà aggiungere nulla di nuovo neppure a 50 anni di distanza.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium