/ Politica

Politica | 09 luglio 2019, 12:00

Case popolari, Cirio promette:"Revisione legge assegnazione, per non "discriminare" gli italiani"

La giunta vuole potenziare l'autorecupero: gli assegnatari potranno eseguire di tasca propria i lavori all’interno dell’alloggio e recuperare poi sui successivi canoni d’affitto i costi sostenuti

Case popolari, Cirio promette:"Revisione legge assegnazione, per non "discriminare" gli italiani"

Vogliamo rivedere la legge di assegnazione delle case popolari, in modo da non “discriminare” gli italiani, che fanno sempre più fatica ad accedere”. Applauso da parte della maggioranza di centrodestra su queste parole del Presidente della Regione Alberto Cirio, durante il discorso programmatico sull’azione della nuova Giunta Regionale, nella prima seduta di Consiglio Regionale post insediamento.

Nel meccanismo -ha spiegato il governatore - ci sono strumenti che penalizzano gli italiani: servono dei correttivi. E’ una questione di giustizia, non di sensibilità politica: pari condizioni di accesso per non “discriminare gli italiani””.

La nuova giunta regionale, visto il grande numero di alloggi popolari vuoti che non possono essere assegnati per la necessità piccoli lavori di manutenzione, vuole potenziare il principio dell’autorecupero, in vigore da anni ma attualmente scarsamente utilizzato.

Gli assegnatari, in pratica, potranno eseguire di tasca propria i lavori all’interno dell’alloggio e recuperare poi sui successivi canoni d’affitto i costi sostenuti.

 

Cinzia Gatti

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium