/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 11 luglio 2019, 05:22

Emergenza Coronavirus, che impatto avrà sulla Juventus?

Nonostante non si riesca a capire ancora molto bene se l’ipotesi relativa alla ripresa degli allenamenti il prossimo 4 maggio sia veritiera o meno, la Juventus sta organizzando il rientro di tutti i suoi giocatori

Emergenza Coronavirus, che impatto avrà sulla Juventus?

Sembra che qualcosa si stia muovendo anche nel mondo Juventus, dopo la sospensione forzata in quarantena per tutti i componenti della squadra e, a maggior ragione, per chi è stato colpito in prima persona dal Coronavirus, ovvero Matuidi, Rugani e Dybala.

Nonostante non si riesca a capire ancora molto bene se l’ipotesi relativa alla ripresa degli allenamenti il prossimo 4 maggio sia veritiera o meno, la Juventus sta organizzando il rientro di tutti i suoi giocatori che erano “fuggiti” verso l’estero in piena emergenza Coronavirus, dopo che il loro tampone era risultato negativo. È importante sottolineare come al loro rientro in Italia, dovranno osservare una quarantena di due settimane.

I tanti appassionati di scommesse non vedono chiaramente l’ora che ricominci il campionato, soprattutto per ricominciare a piazzare delle puntate sulla squadra del cuore. I tifosi juventini sperano che i bianconeri possano finalmente rialzare al cielo la Champions League. E, per tale ragione, le scommesse sui casinò online aams, negli ultimi mesi hanno subito una vera e propria impennata.

È importante, però, prima di piazzare una qualsivoglia puntata, scegliere con cura la piattaforma migliore su cui cominciare a puntare. Uno dei fattori che possono orientare maggiormente tale scelta è la presenza del marchio AAMS all’interno della home page del casinò. È fondamentale verificare tale aspetto, perché significa che l’operatore online sta rispettando tutte le normative previste dalla legge italiana in questa materia.

Le conseguenze dal punto di vista finanziario

Le stime, che sono state effettuate da parte di Banca Imi, parlano chiaro: sono ben 110 i milioni di ricavi che sono in pericolo per colpa della sospensione del campionato e di tutte le attività sportive. Il gruppo di analisti ha portato a termine un report che comprende sia lo scenario positivo, ovvero quello in cui si riprende, che quello negativo.

Lo scenario più positivo è quello che prevede la ripresa della Serie A, portando a termine il campionato e disputando tutte le partite rimanenti. In questo caso, ecco che l’impatto non sarà materialmente sui conti, quanto piuttosto ci sarà un’introduzione diversa di ricavi e costi, ricollocando anche alcune entrate sull’esercizio 2020-21.

Lo scenario peggiore

Lo scenario più negative per le casse del club è sicuramente quello in cui i match che mancano per completare la stagione, sia in campionato che in Champions League, non potranno essere portati a termine. Ebbene, in questo caso, le conseguenze sul bilancio sarebbero drammatiche. Si parla di un rischio per ben 110 milioni di ricavi.

Sarebbero ben 45 i milioni persi per quanto riguarda la spartizione dei diritti tv di Serie A e Champions, mentre altri 40 milioni deriverebbero dai mancati introiti legati alle sponsorizzazioni. Infine, al conto c’è da aggiungere un’altra ventina di milioni di euro di mancate entrate dalla biglietteria.

I conti che si ricollegano ai primi sei mesi del 2019-2020 hanno già messo in evidenza uno scenario piuttosto negativo, con ben 50,3 milioni di euro di perdite. Un dato che fa veramente impressione, soprattutto se paragonato all’utile di 7,5 milioni di euro dell’ultimo esercizio nello stesso periodo. Infine, i ricavi sono stati rilevati in calo del 2,4%, mentre i costi sono aumentati del 15%.


Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium