/ Politica

Politica | 30 settembre 2019, 12:36

Autonomia Regione Piemonte, Cirio consegna il dossier al ministro Boccia: "Recuperiamo il ritardo"

Il Governatore: "Insieme ai fondi europei e alla sburocratizzazione, è uno dei tre elementi determinanti per la nostra azione di governo"

Autonomia Regione Piemonte, Cirio consegna il dossier al ministro Boccia: "Recuperiamo il ritardo"

"Ho chiesto al ministro la possibilità di incardinare formalmente il nostro percorso entro l’anno, per consentire al Piemonte di recuperare il ritardo avuto fino ad oggi". Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, che stamattina in piazza Castello ha consegnato al ministro agli Affari regionali e per l’autonomia, Francesco Boccia, il dossier per l'attuazione dell'autonomia differenziata prevista dall'articolo 116, comma 3, della Costituzione.

"Insieme ai fondi europei e alla sburocratizzazione - ha spiegato Cirio - è uno dei tre elementi determinanti per la nostra azione di governo. Il ministro ci ha dato la propria disponibilità a valutare la richiesta e ci darà un riscontro nei prossimi giorni. Chiediamo si vada avanti al più presto - ha concluso il governatore - e resta fondamentale per noi la necessità di muoverci in modo unitario con gli altri governatori, perché quella dell’autonomia è una partita fondamentale per tutte le Regioni”.

A margine dell'incontro, il ministro ha ribadito che "questo governo farà l'autonomia differenziata, ma in una cornice chiara che risponda ai dettami costituzionali" spiegando poi che "arriviamo da quindici mesi di legislatura buttati via ma sappiamo bene che l'autonomia differenziata è una grande opportunità per il Paese". Infine, a proposito delle materie oggetto di autonomia (il Piemonte ha ampliato la richiesta a tutte le 23 previste dalla Costituzione, Boccia ha detto: "Il nodo non è la quantità di materie, non do un giudizio a tal proposito".

Erano stati detti dei no, è evidente che debbano essere fatte richieste sostenibili dal punto di vista costituzionale. Eviterei peró di trasformare tutto in un mercato tra materie che possono o non possono essere concesse alle Regioni".

“L’incontro di oggi con il Ministro Boccia deve essere il punto di partenza per un confronto serio e costruttivo sul tema dell’autonomia”, ha affermato il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Domenico Ravetti. “E’ dall’inizio della legislatura che chiediamo alla maggioranza di discutere di autonomia".

Marco Panzarella

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium