/ Sanità

Sanità | 17 marzo 2020, 15:25

Sostituzione temporanea alla guida dell'Asl To5: Massimo Uberti, positivo al coronavirus, rimpiazzato da Elide Azzan

Positivo e febbricitante anche il direttore sanitario Luciano Bernini. L'azienda sanitaria mette in guardia i cittadini dal rischio truffa di falsi operatori

Sostituzione temporanea alla guida dell'Asl To5: Massimo Uberti, positivo al coronavirus, rimpiazzato da Elide Azzan

Da ieri l'Asl To5 di Torino, che rigurda i comuni di Moncalieri, Nichelino, Chieri e Carmagnola, ha una nuova responsabile: si tratta della dottoressa Elide Azzan.

Il direttore generale Massimo Uberti da alcuni giorni è risultato positivo al Covid-19, anche se le sue condizioni sono discrete. Positivo e febbricitante anche il direttore sanitario Luciano Bernini e problemi anche per il direttore amministrativo Massimo Corona. Per questo,si è reso necessario un provvedimento di sostituzione temporanea al vertice dell’Asl TO5. La  sostituzione temporanea è stata decisa con un provvedimento urgente della Giunta Regionale e avrà durata di un mese o, comunque, fino a quando non rientrerà in azienda uno dei tre direttori al momento assenti. 

La dottoressa Azzan, che proviene dall’Asl di Novara, presso la quale ricopre l’incarico di Direttore Sanitario, svolgerà tutte le funzioni ordinarie e straordinarie atte a superare il delicato e complesso momento di emergenza causato dal coronavirus.

Intanto, alcuni cittadini hanno segnalato di essere stati contattati da persone che si spacciano per operatori ASL To 5, approfittando dell’emergenza sanitaria. L’Azienda precisa che il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) dell’ASL può sentire telefonicamente alcuni cittadini qualora siano contatti stretti di persone risultate positive al test per Coronavirus Covis-19; l’operatore, però, si identifica chiaramente, spiega le motivazioni della telefonata e, spesso, il contatto si esaurisce con la telefonata stessa.

Qualora sia necessario che il SISP si rechi a domicilio di cittadini per l’effettuazione dei tamponi rino-faringei per il Covid-19, la visita è preannunciata e gli operatori, appositamente protetti con maschera facciale/occhiali, mascherina, guanti e camice monouso, si recano presso l’abitazione con auto aziendali che esibiscono il logo dell’ASL. Inoltre, gli stessi operatori sono dotati di apposita tessera Asl.

Inoltre, NESSUNO E’ AUTORIZZATO A RACCOGLIERE FONDI PORTA A PORTA PER LA CAMPAGNA DONAZIONI. L’Azienda avverte i cittadini di fare attenzione a truffatori che si spacciano per operatori ASL e di avvisare immediatamente le Forze dell’Ordine.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium