/ Politica

Politica | 01 ottobre 2020, 19:39

Il Consiglio regionale dice no alla violenza

Con un video postato in occasione della Giornata regionale per la Pace

Il Consiglio regionale dice no alla violenza

Si celebra domani, 2 ottobre, la Giornata regionale per la Pace, istituita con legge dal Consiglio regionale, lo scorso 26 febbraio, nell’ambito della Giornata internazionale della nonviolenza, con la  finalità di “promuovere una cultura della pace, della tolleranza, della comprensione e della nonviolenza”.

In occasione di tali celebrazioni,  il Consiglio regionale si schiera contro la violenza, contro la guerra, con un video realizzato grazie alla testimonianza di  alcuni professionisti  e di gente comune,  con cui si vuole ribadire  come la violenza possa essere studiata per comprenderla, vista per denunciarla, raccontata per evitarla e sentita per prevenirla.  

L’essere contro la violenza, secondo il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia, promotore della Giornata regionale per la Pace - è l’unica causa  per cui vale la pena spendersi “contro” qualcosa, contro quell’odio che trova la massima rappresentazione nella Guerra, la madre di tutte le povertà.  I conflitti bellici non sono soltanto distruzione fisica di edifici, strade, ferrovie, ma sono soprattutto una distruzione psichica, mentale della persona: le cosiddette ferite invisibili che anche se curate lasciano cicatrici.

L’invito del presidente a celebrare questa prima Giornata regionale per la Pace, è rivolto anche a tutti i sindaci affinché, anche solo con un gesto o un messaggio, diano testimonianza di quei valori che si richiamano alla non violenza e che trovano spazio e legittimità anche nel preambolo dello Statuto della Regione Piemonte.

In apertura della prossima seduta del Consiglio regionale, in programma martedì 6 ottobre, sarà dedicato un momento celebrativo della giornata con  la proiezione del video in aula,  a cui seguirà un intervento del presidente del Consiglio.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium