/ Attualità

Attualità | 16 novembre 2020, 13:32

Smog, scatta il livello arancione: da domani fermi i Diesel euro5 dalle 8 alle 19

Giovedì il nuovo rilevamento curato da Arpa Piemonte sulla concentrazione giornaliera di pm10 nell’aria ci dirà se il blocco proseguirà o potrà essere revocato

Smog, scatta il livello arancione: da domani fermi i Diesel euro5 dalle 8 alle 19

Per la prima volta dal primo ottobre scorso, data in cui sono entrati in vigore i provvedimenti per il miglioramento della qualità dell'aria previsti dall’accordo di bacino padano, l'asticella delle limitazioni del traffico più inquinante passa al livello arancio.

La concentrazione delle polveri sottili nell'aria di Torino ha, infatti, superato i 50 microgrammi al metro cubo, mantenendosi sopra tale soglia per più di quattro giorni consecutivi.

Da domani, martedì 17 novembre, per il traporto persone alle limitazioni permanenti già in vigore si aggiungono i blocchi sui veicoli diesel fino a Euro 5 e sui veicoli benzina fino a Euro 1, dalle 8 alle 19. Per il trasporto merci (categorie N1, N2, N3) scatta invece il divieto di circolazione dei veicoli diesel con omologazione Euro 3 e Euro 4, dalle 8 alle 19 (nei giorni festivi dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19).

Ricordiamo quali sono le limitazioni permanenti in vigore: gli autoveicoli di classe Euro 0 (tutte le alimentazioni: benzina, diesel, metano, gpl) per il trasporto persone o merci sono fermi tutto il giorno per tutto l'anno (compresi i giorni festivi). Per i diesel tale divieto è esteso agli Euro 1 e agli Euro 2. Fino al 31 marzo 2021 la circolazione è vietata anche per ciclomotori e motocicli Euro 0 e i veicoli diesel Euro 3, per il trasporto di persone o merci, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.

Giovedì il nuovo rilevamento curato da Arpa Piemonte sulla concentrazione giornaliera di pm10 nell’aria ci dirà se il blocco arancio proseguirà o potrà essere revocato.

Maggiori dettagli sulle misure antismog e sull'attivazione dei livelli di allerta sono disponibili nell’apposita sezione del sito della Città: www.comune.torino.it/emergenzaambientale.

"Siamo zona rossa da giorni, è evidente che non ci sia tutta questa grande circolazione di auto, a conseguenza di ciò è ancora più evidente il fatto che non sia il trasporto privato a incidere sui pm", ha commentato la consigliera comunale Federica Scanderebech. "Dire che sarebbe follia bloccare le auto ora è dir poco, almeno e dico almeno venga esonerato dal blocco tutto il personale sanitario e il circuito che si sta adoperando per la nostra salute e per uscire dalla pandemia che stiamo passando".

"Proprio ora, con il traffico ridotto del 15% a causa della zona rossa? Vi sembra il caso?", rincara la dose Silvio Viale.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium