Elezioni comune di Torino

 / Attualità

Attualità | 15 aprile 2021, 12:33

Alla caserma Cernaia al via il corso per 222 Allievi Carabinieri

Il Corso è intitolato al Carabiniere Medaglia d’oro al Valor Militare Alberto La Rocca

la caserma Cernaia di Torino

la caserma Cernaia di Torino

Ieri, nella storica cornice della Caserma “Cernaia”, sede della Scuola Allievi Carabinieri, si sono concluse le operazioni di incorporamento di 222 Allievi Carabinieri che frequenteranno il primo ciclo semestrale del 140° Corso Formativo.

Il Corso è intitolato al Carabiniere Medaglia d’oro al Valor Militare Alberto La Rocca, caduto a 20 anni sotto il fuoco del plotone d’esecuzione nazista il 12 agosto 1944 a Fiesole (FI) insieme ad altri 2 Carabinieri della locale Stazione, scegliendo di immolarsi per salvare da morte sicura per rappresaglia 10 ostaggi civili catturati.

L’iter formativo è stato rimodulato a seguito dell’emergenza sanitaria su due cicli semestrali, per garantire il distanziamento e lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività addestrative. Al riguardo, tutti i discenti sono stati ammessi in caserma previa presentazione di un certificato attestante la negatività al tampone per la ricerca del Covid-19.

Questo Corso, i cui Allievi sono risultati vincitori dell’iter concorsuale svoltosi a cavallo degli anni 2020/2021, consentirà di immettere tra le fila dell’Arma 3.581 Carabinieri sul territorio nazionale, di cui 1.540 provenienti dalle altre Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica). Proprio questi ultimi frequenteranno il primo ciclo che si concluderà a fine ottobre, mentre i restanti svolgeranno il corso da gennaio a luglio 2022.

Varia la composizione degli Allievi torinesi di questo 1° ciclo: 36 donne e 187 uomini; 46% proviene dal Nord, 31% dal Centro e 18% dal Sud; 4% sono i cittadini italiani di origine straniera; l’età media è di 25 anni.

I giovani Allievi seguiranno lezioni, nelle materie tecnico – professionali, attività pratiche e moduli didattici, che consentiranno loro di acquisire una adeguata professionalità e consolidare la spinta motivazionale per essere pronti all’impiego nelle Stazioni Carabinieri di tutt’Italia, con il fine di essere vicini al cittadino e garantire la sicurezza delle comunità.

Inoltre, quale elemento di novità, quest’anno i giovani allievi – oltre ad esercitarsi nelle attività pratiche peculiari (perquisizioni, posti di controllo, arresti etc.) – si misureranno con delle simulazioni, riferite a svariati scenari operativi, che avranno lo scopo di mettere alla prova i militari per la gestione di diversificati intervento sul campo.

Stamane, il Comandante della Scuola, Colonnello Giovanni Spirito, nel portare il saluto del Comandante della Legione Allievi Carabinieri, Gen. B. Michele Sirimarco, ha esortato i futuri Carabinieri a prepararsi con rigore e impegno per adempiere, con competenza e disponibilità, al difficile compito che li attende presso le Stazioni dal prossimo novembre.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium