/ Attualità

Attualità | 25 maggio 2021, 18:59

Alla Piscina di Pinerolo si farà palestra in segno di protesta

Un’iniziativa per tornare a sfruttare i locali che il Governo intende non riaprire ai nuotatori fino al primo luglio

Piscina di Pinerolo

Sette mesi di chiusura, pochissimi ristori non ancora incassati e tanta voglia di ripartire. Siccome non si può aprire la piscina di Pinerolo ai nuotatori non agonisti, nel fine settimana si trasformerà in palestra. Usando il piano vasca e il dehors verranno svolte delle attività dal corpo libero allo yoga, passando per il pilates.

La scelta della Uisp è un modo “per denunciare la discriminazione in atto”, che impedisce l’uso di impianti al chiuso fino al primo luglio, malgrado vengano rispettate le norme anti-contagio: “Parlare di piscine all’aperto al Nord a maggio non ha senso. Mentre si potrebbe svolgere lo sport in sicurezza in uno spazio ampio e nel pieno rispetto dei protocolli” lamenta Valter Cavalieri d’Oro, presidente della Uisp di Pinerolo, che gestisce la piscina.

Un impianto fermo da ottobre, “che ha diritto a soli 6mila euro di ristori, peraltro non ancora incassati, perché, essendo stato chiuso diverso tempo per lavori sul pavimento della vasca nel 2019, lo scorso anno non abbiamo raggiunto il 30% di perdita che ci dava diritto a ulteriori ristori, ma ci siamo fermati al 28,4%” spiega Cavalieri d’Oro.

Le attività di palestra si svolgeranno sabato e domenica dalle 10,30 alle 12 e saranno gratuite. Prenotazione obbligatoria entro le 17 di venerdì allo 0121 377516 (whatsapp) o a comunicazione.pinerolo@usip.it, con l’invito a portare la copia cartacea delle attività a cui ci si era iscritti questo inverno.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium