/ Sentieri dei Frescanti

Sentieri dei Frescanti | 27 agosto 2021, 11:07

Ammirare i più antichi affreschi del Roero, testimoni di un passato lontano

Domenica 29 visite gratuite alla cappella di San Ponzio Diacono a Monticello d'Alba e alla confraternita di San Francesco d'Assisi a Santa Vittoria d’Alba. Iscrizioni tramite l’innovativa app gratuita “Chiese a Porte Aperte”

foto di repertorio

La cappella di San Ponzio a Monticello (foto Treevision)

Sempre più interessante e coinvolgente il circuito dei "Sentieri dei Frescanti", che propone visite gratuite ad antichi affreschi del Roero.

Domenica 29 agosto, in orario 15-18.30, sarà possibile ammirare le opere che raccontano le storie di santi orafi e diaconi cartaginesi nella cappella di San Ponzio, interna al cimitero vecchio di Monticello d'Alba, nella cui quiete sono custoditi i più antichi affreschi del Roero, testimoni di un lontano passato.

Gli affreschi della cappella trasportano in un'atmosfera medievale. Appena superato l'ingresso, una maestosa rappresentazione della Crocifissione accoglie il visitatore. Si tratta di un affresco la cui datazione appare difficoltosa: gli studiosi oscillano fra la fine del XIII secolo e il primo Trecento. L'affresco potrebbe essere stato realizzato prima delle infeudazioni dei Malabaila (1341) e dei Roero (1376) a Monticello, quando la chiesa di San Ponzio era elencata nel cattedratico del Vescovado di Asti. La scena è semplice e intensa. Cristo è sulla croce, con la Madonna piangente a sinistra e San Giovanni apostolo a destra.

Oltre alla cappella di San Ponzio sempre domenica sarà visitabile anche la confraternita di San Francesco d’Assisi a Santa Vittoria d'Alba, col suo straordinario racconto della Passione di Cristo. Uno spettacolo intenso, commovente e ricco di particolari nascosti fra i quali perdersi, che si potrà visitare liberamente previa iscrizione tramite la app "Chiese a Porte Aperte".

Tali affreschi, speciali per maestria e peculiarità narrative, rappresentano una delle vette artistiche dei Sentieri dei Frescanti. La sesta scena, ad esempio, è molto spettacolare per l’ordinato schierarsi dei soldati in armatura quattrocentesca, che rende ancora più affascinante l’intensità descrittiva dell’episodio. I soldati, in una fitta foresta di lance e picche, paiono in attesa di ricevere il segnale per catturare Cristo, situato al centro con Giuda. L’equilibrio pittorico è mosso dall’azione di Pietro che sguaina la spada, come per interrompere l’inevitabile corso degli eventi.

La Confraternita di San Francesco d'Assisi a Santa Vittoria d’Alba sarà visitabile tramite iscrizione sull’innovativa app gratuita “Chiese a Porte Aperte” (sito ufficiale: https://www.cittaecattedrali.it/it/chiese_aperte; evento Facebook: https://www.facebook.com/events/221605109848238; per scoprire di più sugli affreschi durante l’Open Day, visitare il sito: https://www.sentierideifrescanti.it/).

Infine, nella cornice di uno dei più suggestivi borghi del Roero, sarà poi accessibile la cappella gentilizia di Magliano Alfieri (in orario 10,30-18.30). All’interno del castello si potrà ammirare la cappella preferita dalla madre di Vittorio Alfieri, un trionfo barocco di sfondati e prospettive ardite tipiche del ‘700.

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium