/ Cronaca

Cronaca | 16 settembre 2021, 09:20

Sparò e uccise il ladro, chiuse le indagini sul tabaccaio di Pavone Canavese: eccesso di legittima difesa

Formulata l'accusa nei confronti del negoziante di 69 anni che sorprese tre malintenzionati nel cuore della notte

aula di tribunale con toga e scritta

Chiusura indagine per i fatti che due anni fa portarono alla morte di un ladro durante un tentativo di furto a Pavone Canavese

Eccesso colposo di legittima difesa. È questa la formula delle accuse che il tribunale di Ivrea rivolge a Franco Iachi Bonvin, 69 anni, il tabaccaio che circa due anni fa (era il 6 giugno del 2019) sparò e uccise un uomo che cercava di rubare all'interno del suo negozio. Nelle scorse ore è arrivata la chiusura delle indagini.

Era notte e la vittima, Ion Stavila, 24enne moldavo, cerco di introdursi nella tabaccheria insieme ad altri due complici. Il tabaccaio sparò dall'alto e uno dei proiettili uccise il ladro, mentre gli altri due (un 27enne irreperibile e un altro che non è ancora stato identificato) hanno fatto perdere le loro tracce. Nei loro confronti, l'accusa è di furto aggravato.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium