/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2021, 19:57

Furto di rame al cimitero: due arresti all'alba a Moncalieri. Devastate tombe e cappelle

Il sindaco Montagna: "Rivolgo un pensiero alle famiglie che hanno subito i danni alle tombe. Anche e soprattutto per loro auspico che venga fatta rapidamente giustizia"

Furto di rame al cimitero: due arresti all'alba a Moncalieri. Devastate tombe e cappelle

"I furti al Cimitero sono crimini odiosi, che fanno male perché colpiscono uno spazio dedicato agli affetti e alla memoria, in cui educazione e rispetto sono fondamentali". Lo scrive su Facebook il sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna, riferendo come, negli ultimi giorni, siano scattate le indagini a seguito di diverse segnalazioni da parte di cittadini che, durante la visita ai propri cari, hanno scoperto tombe e cappelle devastate.

Le telecamere attive sul territorio hanno confermato le irruzioni e questa notte è scattato il blitz della polizia Locale. Alle 5 sono stati individuati, mentre uscivano dal Cimitero, due cittadini romeni che nella loro auto custodivano ben 850 chili di rame e piombo. Alla vista della polizia, hanno tentato la fuga, ma sono stati arrestati e ora si trovano in stato di fermo: dovranno rispondere di furto aggravato, resistenza in concorso e violazione di sepolcro.

"Rivolgo un pensiero alle famiglie che hanno subito i danni alle tombe", scrive Montagna, "anche e soprattutto per loro auspico che venga fatta rapidamente giustizia. Ringrazio l’Assessore Michele Morabito e il Comandante Orlandi per il lavoro di squadra che ha consentito l’arresto di questa mattina. E faccio i complimenti agli agenti impegnati per tutta la notte in questa importante operazione. Continueremo a vigilare affinché il nostro Cimitero continui a essere un luogo da frequentare in pace e serenità".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium