/ Politica

Politica | 01 ottobre 2021, 09:43

Sanità, Pentenero: “La medicina di base torni a essere al centro della programmazione territoriale” [VIDEO]

La candidata del Pd al Consiglio comunale di Torino: “Si parla oggi di città a 15 minuti: significa che i servizi essenziali che afferiscono al tema salute devono essere alla portata dei cittadini in una dimensione spazio-temporale che non superi i 15 minuti”

Gianna Pentenero

Gianna Pentenero

Una migliore salute la si garantisce quando sanità, ambiente e territorio lavorano insieme, definendo obiettivi comuni”. In un momento storico in cui la parola sanità è sulla bocca di tutti, intesa come esigenza, Gianna Pentenero fissa l’obiettivo perché tutti i cittadini, nessun escluso, possano accedere ai servizi sanitari.

 

Un’amministrazione comunale è corretto parli di salute e non di sanità. Utilizzare tutte quelle leve importanti per garantire maggiore salute ai cittadini, vuol dire favorire una migliore sanità: occorre avviare un’interlocuzione autorevole con la Regione, che è soggetto responsabile della gestione della Sanità, e con loro far si che i progetti integrati tra le strutture ospedaliere e la medicina del territorio diventi un progetto concreto”, spiega Pentenero.

 

Quello che il Comune può fare, secondo la candidata del Pd al Consiglio comunale, è lavorare per realizzare la città a 15 minuti: “Significa che i servizi essenziali che afferiscono al tema salute, devono essere alla portata dei cittadini in una dimensione spazio-temporale che non superi i 15 minuti”. “Abbiamo bisogno di ragionare perché la medicina di base torni ad essere al centro della programmazione territoriale, che i servizi elementari della sanità siano presenti sul territorio e che il rapporto con un progetto come il Parco della Salute sia un progetto integrato, che contempli i vari territori della città di Torino”, ribadisce l’ex assessore regionale delle Giunte Bresso e Chiamparino.

 

Importante poi il tema dei consultori, che secondo Pentenero hanno perso negli anni quella centralità che prima avevano a Torino: “Dobbiamo costruire una strada che ci permetta di avere una sanità a disposizione di tutti i cittadini, una rete di consultori che riprenda il valore che questi hanno avuto. I consultori sono nati a Torino, devono essere valorizzati. Occorre mettere insieme le migliori sinergie per garantire le migliori risposte ai cittadini”.

Comunicazione politico elettorale

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium