/ Cronaca

Cronaca | 02 ottobre 2021, 11:32

Piossasco, convalidati i fermi dei tre presunti autori dell’omicidio dell’architetto Mottura: con sé avevano armi e droga

I tre sono gravemente indiziati di concorso in omicidio, tentata rapina in abitazione e porto abusivo di arma da sparo clandestina

La villetta di Piossasco dove avvenne l'omicidio

La villetta di Piossasco dove avvenne l'omicidio

Arrestati dai carabinieri i tre presunti autori dell’omicidio dell’architetto Roberto Mottura commesso nella notte del 9 giugno 2021 all’interno di una villetta a Piossasco.

A Torino e nella provincia di Caserta, i militari del Nucleo Investigativo CC di Torino e della Compagnia CC di Moncalieri hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica del capoluogo piemontese, nei confronti dei tre, albanesi e con pregiudizi, ritenuti gravemente indiziati, a vario titolo, di concorso in omicidio, tentata rapina in abitazione e porto abusivo di arma da sparo clandestina.

Nella giornata odierna i GIP dei tribunali di Torino e Santa Maria Capua Vetere (CE), hanno convalidato i fermi disponendo per i presunti autori dell’efferato omicidio la custodia cautelare in carcere.

Nel corso dell’operazione due dei tre fermati, con altri due connazionali, sono stati anche arrestati in flagranza per detenzione di armi e droga e per resistenza a pubblico ufficiale. In particolare, nel corso delle perquisizioni in Torino, sono stati trovati e sequestrati anche un fucile da caccia modificato risultato provento di furto in Piemonte nel maggio 2021, nonché circa 600 grammi tra cocaina e hashish, sostanze da taglio e arnesi da scasso. La droga era nascosta in una valigia anzi in un doppiofondo di una valigia dell’uomo che si ritiene sia lo sparatore.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium