/ Sport

Sport | 25 novembre 2021, 10:20

Con la Coppa Davis il Pala Alpitour è ancora la casa del grande tennis: per l'Italia gli ostacoli Stati Uniti e Colombia

Il ct azzurro Volandri punterà su Sinner e il torinese Sonego nel singolare. Obiettivo: arrivare alle semifinali di Madrid

Pala Alpitour Coppa Davis 2021

Con la Coppa Davis il Pala Alpitour ancora la casa del grande tennis

Dal blu, il colore che ha accompagnato per otto giorni le Atp Finals, al verde, che farà da sfondo alle sfide di Coppa Davis. Il Pala Alpitour continua ad essere la casa del grande tennis e da oggi fino al 29 novembre il pubblico torinese potrà assistere alla gare dei gruppi E e D del torneo a squadre che porterà all'assegnazione (con le le semifinali e la finale in programma a Madrid) della 'insalatiera d'argento'.

L'Italia debutta domani contro gli Stati Uniti

Si comincia oggi con il gruppo D, composto da Australia, Croazia e Ungeria, mentre domani toccherà all'Italia, finita nello stesso girone con Stati Uniti e Colombia: in programma due singolari e un doppio. Le due vincenti si affronteranno, sempre al Pala Alpitour, lunedì 29, con la migliore che riceverà il pass per la fase finale in programma in Spagna.

Primo appuntamento per i colori azzurri sarà domani pomeriggio, alle ore 16, contro gli Usa di Mardy Fish. Il capitano non giocatore Filippo Volandri, in assenza dell'infortunato Berrettini, punterà su Jannik Sinner (già protagonista alle Atp Finals) e sull'idolo di casa Lorenzo Sonego per i due singolari. "Quando c'è di mezzo la tua bandiera è sempre qualcosa di speciale. Siamo una bella squadra, giovane, possiamo puntare in alto", ha detto il tennista torinese, che confida anche nella spinta che saprà dare il pubblico del Pala Alpitour per andare avanti nel torneo.

Le speranze del torinese Sonego

"A Torino ci sono state poche occasioni per giocare qualcosa di davvero importante... finalmente ho la possibilità di disputare uno dei migliori eventi che ci sono al mondo,  penso sia una esperienza unica, che volevo assolutamente vivere", ha detto il 26enne torinese. Lui e l'altro Lorenzo, il 19enne Musetti, sono la meglio gioventù di una Italia che avrà in Sinner la punta di diamante. Con loro i più esperti Fabio Fognini, 34enne da poco papà per la terza volta, e Simone Bolelli, 36 anni.

Il sogno di ripetere il 1976

Dopo gli Stati Uniti, sabato ci sarà la Colombia, con le due formazioni del continente americano che si sfideranno poi domenica. Lunedì la vincente del gruppo sfida la prima classificata del Girone D per accedere alla fase finale, l'obiettivo dichiarato dell'Italia. "Gli Stati Uniti saranno un bello scoglio, l'avversario più forte e pericoloso, ma anche la Colombia sarà difficile da affrontare", ha detto Sonego alla vigilia.

Ma il sogno nel cassetto è provare ad arrivare fino in fondo, per ripetere l'impresa di Panatta e compagnia nel 1976 in Cile, ultima e finora unica vittoria azzurra in Coppa Davis.

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium