/ Cronaca

Cronaca | 23 giugno 2022, 20:24

L'Allegri furioso. Scambio di accuse tra il tecnico e l'ex sui soldi del mantenimento al figlio

La donna accusata di avere usato per sé il denaro. Il legale: "Falso e ingeneroso, ha cresciuto il ragazzo nel migliore dei modi"

max allegri

L'Allegri furioso. Scambio di accuse tra il tecnico e l'ex sui soldi del mantenimento al figlio

L'allenatore della Juve Massimiliano Allegri querela la sua ex Claudia Ughi accusandola di avere utilizzato per sé parte del denaro dell'assegno di mantenimento destinato al figlio 11 enne della coppia e uno dei legali della donna insorge: "accusa infondata e ingenerosa, la signora ha cresciuto tutti i suoi figli nel migliore dei modi".

Prossima udienza il 5 luglio

La causa al Tribunale di Torino ha già una prossima data, il 5 luglio, ma è probabile che l'udienza possa slittare. La ex compagna del tecnico bianconero è accusata di appropriazione indebita e violazione degli obblighi familiari. La querela è finita sul tavolo del pubblico ministero della Procura del capoluogo subalpino Davide Pretti, che ha coordinato le indagini della Guardia di Finanza. Una vicenda giudiziaria che ha avuto inizio dopo che Allegri, assistito dall'avvocato Pietro Gaetano Nacci Manara, aveva presentato una querela nella quale sosteneva che la donna, con cui ha condiviso 13 anni di vita e da cui ha avuto un figlio, che ora ha 11 anni, avesse "distratto in tutto o in parte a fini personali" il denaro che invece era destinato, dopo la separazione, al mantenimento del bambino.

In particolare per sé e per pagare le rette universitarie dell'altra figlia di Claudia Ughi, nata da una precedente relazione, che studia all'estero. Seconda l'accusa ci sarebbero stati oltre 200mila euro di spese indebite su 600mila euro percepite dalla donna dalla fine della relazione.

10 mila euro al mese

Nel luglio 2017, sempre a Torino, ma in sede civile, Allegri si era impegnato a versare 10 mila euro al mese per il figlio, oltre alle spese mediche e della scuola. Ma due anni dopo, nel 2019, il mister è rimasto senza una squadra dopo il divorzio dalla Juventus alla fine di un ciclo vincente, sostituito dal collega Maurizio Sarri. Così nel gennaio 2021 l'allenatore ha chiesto al Tribunale di abbassare la cifra dell'assegno per il bambino a cinquemila euro.

Inoltre, nel ricorso presentato ha accusato l'ex di utilizzare i soldi per altri scopi. Il Tribunale torinese ha rigettato la sua istanza per due volte. Ma Allegri non si è arreso e il 5 luglio 2021 ha denunciato l'ex. Le fiamme gialle così hanno acquisito gli estratti conto, le ricevute di pagamento e la documentazione sui movimenti bancari della Ughi.

La difesa: "accuse strumentali"

"Sono accuse strumentali e infondate - sostiene l'avvocato Davide Steccanella del foro di Milano che, insieme al collega Paolo Davico Bonino, difende la donna - Soprattutto ingenerose per una madre che ha cresciuto nel migliore dei modi i suoi figli, anche quello del querelante. Confidiamo nella piena assoluzione".

Oltre alla retta universitaria per la figlia viene contestato anche l'acquisto avvenuto durante il lockdown di una casa a Livorno, dove vivono i nonni del bambino, e un investimento in titoli.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium