/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 01 luglio 2022, 07:00

Aeroporto di Torino, i numeri da record del mese di maggio

L’aeroporto di Torino lo scorso mese di maggio ha fatto registrare un nuovo record in materia di traffico passeggeri

Aeroporto di Torino, i numeri da record del mese di maggio

L’aeroporto di Torino lo scorso mese di maggio ha fatto registrare un nuovo record in materia di traffico passeggeri. Quello che si è da poco concluso, infatti, è stato il miglior mese di maggio della storia complessiva dello scalo del capoluogo piemontese. Ma lasciamo spazio ai numeri per spiegare nel dettaglio la situazione. Il traffico di maggio per la struttura di Caselle Torinese ha toccato quota 378.367 passeggeri, vale a dire un incremento del 21% rispetto ai numeri che erano stati rilevati a maggio del 2019, l’ultimo anno prima che la pandemia da coronavirus rivoluzionasse i trasporti e gli spostamenti. Nel frattempo, in vista della prossima stagione invernale è già stato reso noto l’arrivo di tre voli nuovi.

Tra passato e presente: un momento magico per Caselle

La ripresa davvero consistente del traffico nel mese di maggio ha tratto vantaggio, tra l’altro, dai tanti collegamenti nuovi che sono stati adottati con la stagione Summer 2022, che ha preso il via il 27 marzo e che si concluderà il prossimo 29 ottobre. Merita di essere citata, in particolare, la vasta selezione di voli a disposizione a prezzi assolutamente competitivi da e per Torino, grazie a cui i passeggeri potranno contare su una ricca gamma di opportunità per ciò che riguarda le tariffe e gli orari. Tutto questo si tradurrà in una migliore connettività per tutto il territorio, su livelli che mai erano stati registrati in precedenza.

Un network di voli più ampio

Il network di voli è stato esteso, e attualmente include un totale di 61 destinazioni, delle quali ben 47 sono internazionali. Uno scenario simile costituisce una preziosa opportunità di crescita non solo per la città di Torino, ma per il Piemonte nella sua totalità, in virtù dell’opportunità di movimentare inediti flussi di turisti in ingresso provenienti da mercati che in precedenza non erano serviti e che adesso, invece, possono essere raggiunti, per di più a prezzi convenienti. Il maggior numero di voli, inoltre, ha rivestito un ruolo di primo piano nel favorire il successo dei tanti eventi importanti che proprio a Torino e dintorni sono andati in scena nelle scorse settimane: per esempio le finali di Champions League di calcio femminile, ma anche il Salone del Libro, il Festival Internazionale dell’Economia di Torino e l’Eurovision Song Contest.

I numeri dello scalo

Per Torino Airport, insomma, un record nuovo relativo allo scorso mese di maggio, grazie al traffico passeggeri. In totale sono stati ben 378.367 i passeggeri in transito, il che rappresenta un record per il mese di maggio, che è stato il migliore di sempre da quando l’aeroporto di Torino è stato costruito. Nel confronto tra il mese di maggio del 2019 e il mese di maggio del 2022 si nota un incremento dei volumi del 21%; tre anni fa, infatti, i passeggeri erano stati poco più di 313mila. Se si prendono in esame i numeri progressivi del periodo compreso tra il mese di gennaio e il mese di maggio di quest’anno, si scopre un totale di 1.507.317 passeggeri; ebbene, ciò vuol dire che lo scalo torinese ha ritrovato quasi il 90% del traffico del 2019, ovviamente tenendo come riferimento sempre i primi 5 mesi dell’anno.

Dati da record: ecco perché

C’è, poi, un ulteriore dato che merita di essere messo in evidenza a proposito dei risultati ottenuti da Caselle a maggio del 2022; quello che si è appena concluso, infatti, è stato uno dei migliori mesi nella storia dello scalo. In particolare maggio 2022 si colloca sul secondo gradino del podio, dietro solo a luglio per 2017, che aveva conquistato volumi di traffico di poco migliori per un totale di 388.502 passeggeri. Le performance dello scorso maggio, anche dal punto di vista dei movimenti aerei, si sono dimostrate più che interessanti: si parla, infatti, di 3.882 movimenti, il che vuol dire che tra maggio 2019 e maggio 2022 c’è stata una crescita di quasi 8 punti percentuali. Se si prende in esame il raffronto tra 2019 e 2022 per i primi 5 mesi dell’anno, si nota un recupero di oltre l’87% rispetto a tre anni fa, grazie a un totale di 16.425 movimenti. A maggio 2022 erano disponibili 20 collegamenti in più non presenti nel 2019: Parigi Orly grazie a Vueling; Pantelleria, Lampedusa e Atene grazie a Volotea; Iasi grazie a WizzAir; Gran Canaria grazie a Binter; Trapani, Tel Aviv, Siviglia, Pescara, Beauvais, Maiorca, Malaga, Lanzarote, Cracovia, Copenhagen, Budapest, Breslavia, Billund e Agadir grazie a Ryanair.

Parcheggiare a Caselle: con Parkingo è davvero facile

Ma come si fa a trovare parcheggio a caselle senza spendere molto? La soluzione è rappresentata da Parkingo, che offre la possibilità di prenotare uno stallo di sosta direttamente online, decidendo se effettuare il pagamento su Internet o dal vivo e scegliendo se ricorrere a un parcheggio scoperto o coperto. Una volta ricevuto il messaggio di posta elettronica di conferma, si avranno a disposizione tutte le indicazioni utili per arrivare al parcheggio.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium