ELEZIONI REGIONALI
 / Politica

Politica | 27 marzo 2023, 13:43

Cirio, il futuro è un rebus: il cuore resta in Piemonte, la testa mira all'Europa? La situazione

Il Governatore non si sbilancia su una possibile ricandidatura: "Qualsiasi ruolo occupiamo, dobbiamo lavorare per porre il Piemonte in una posizione importante"

alberto cirio

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio tra Europa e ricandidatura

Il cuore batte forte nelle "sue" Langhe, ma non è detto che le future riunioni per il Piemonte debbano per forza aver luogo al 40esimo piano del grattacielo della Regione, anzi. Alberto Cirio potrebbe infatti ambire ad aiutare il Piemonte dal Belgio. Da Bruxelles.

Cirio non scioglie la riserva

Sì, perché a poco più di un anno dalle elezioni del 2024, il Governatore sembra finito in un rebus: come essere il più efficaci possibili? In quale ruolo portare i migliori risultati al Piemonte? Ecco perché il cuore e le radici sembrano voler spingere per una ricandidatura, mentre la testa potrebbe indicare l'opposto.

 

Tra Piemonte ed Europa

Si fanno infatti insistenti le voci di un possibile ruolo europeo di alto livello: se al Governatore fosse proposto di correre per diventare Commissario Europeo, allora Cirio potrebbe scegliere il blu e il giallo dell'Europa invece dei colori piemontesi. Gli obiettivi, in quel caso, non cambierebbero comunque di una virgola. Perché pur non volendo rispondere a domanda diretta, Cirio ha ammesso: "In qualsiasi posizione, in qualsiasi ruolo occupiamo, dobbiamo usare la nostra forza per portare il Piemonte al centro dell'Europa".

"Il Piemonte sta diventando il cuore dell'Europa in termini di infrastrutture" ha detto il Governatore, riferendosi alla doppia rotta Lisbona-Kiev e Rotterdam-Genova, con la regione a fare da centro di interscambio. E anche a livello finanziario, la candidatura di Torino per l'Autorità Europea Anti riciclaggio è un tassello verso la centralità del Piemonte, questa volta in ambito finanziario.

Il rebus rimane quindi aperto e ancora irrisolto: testa o cuore? Europa o Piemonte? Solo il tempo e i colloqui con i leader nazionali permetteranno di risolvere la questione.

Andrea Parisotto

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium