/ Eventi

Eventi | 10 marzo 2024, 05:05

Cosa fare a Torino nel weekend: gli eventi fino a domenica 10 marzo

Ricco calendario per l'8 marzo, ma non solo. Allo Spazio211 la musica di Trashmilano. Come musical la scelta è tra Sister Act e Billy Elliot. A teatro Ascanio Celestini, No Gravity, Francesco De Carlo. E l'Edipo Re di De Rosa

"Sister Act", dal 5 al 9 marzo al Teatro Alfieri

"Sister Act", dal 5 al 9 marzo al Teatro Alfieri

EVENTI

8 MARZO 
Per la Giornata Internazionale della Donna è previsto un ricco calendario di eventi, incontri, iniziative con al centro l'incontro pubblico 'Che genere di Città? Lo sguardo delle donne sul piano regolatore', a partire dalle 9.30 alle 12:30 nella Sala Bobbio in Via Corte d’Appello 16. Nelle scorse edizioni i temi al centro del dibattito erano stati la salute e il lavoro, mentre quest'anno il focus sarà sullo spazio urbano e l'analisi di nuovi modelli di città. L'8 marzo, oltre alle numerose iniziative, le donne potranno accedere gratuitamente al Museo Egizio, mentre avranno accesso a un prezzo ridotto l'8 marzo al Museo Officina della Scrittura e il 9 e il 10 marzo al museo A come Ambiente. La sera dell'8, infine, la Mole verrà illuminata di viola, colore associato alle battaglie femministe.
INFOwww.comune.torino.it/eventi/calendario/8-marzo-giornata-internazionale-della-donna

ARTISTE DI CORTE 
Domenica 10 marzo 
In occasione della Giornata internazionale della donna dell’8 marzo, la Palazzina di Caccia di Stupinigi dedica alle donne artiste che si sono affermate in un mestiere che era prerogativa maschile, l’appuntamento di domenica 10 marzo “Artiste di Corte”. Attraverso alcuni dipinti ed apparati decorativi, la visita narrata tematica racconta le vicende di alcune tra le più famose artiste attive a corte tra XVII e XIX secolo, a partire da Maria Giovanna Battista Clementi, detta la “Clementina”, una delle migliori ritrattiste del Settecento che ha realizzato la serie di ritratti di piccoli principi e principesse esposti alla Palazzina di Caccia. “Artiste di Corte” è una visita tematica didattica per adulti che fa parte degli appuntamenti “Focus” basati sul principio del LifeLong Learning, l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita. Ad ogni appuntamento viene messo a fuoco un argomento diverso per scoprire il percorso di visita all’insegna della storia, dell’arte, della vita di corte, con curiosità ed aneddoti. 
INFOwww.ordinemauriziano.it

FREE SLAP
Sabato 9 marzo ore 22.30 
Il Performing The Club presenta “Free Slap” performance Liu Bokang, con il patrocinio dell'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Con “Free Slap” il giovane artista cinese Liu Bokang invita tutti a fermarsi e riflettere: cosa c’è dietro alla crescente violenza che attanaglia la società contemporanea, da cosa scaturisce? In un periodo in cui stiamo assistendo a due terribili guerre che stanno influenzando tutto il mondo, prima di invocare superficialmente l'amore e la pace, dobbiamo capire da dove vengono questi conflitti, perché è crescente un odio profondo a tratti irrisolvibile.
INFOxceed.me/torino/event/performing-the-club-free-slap-di-liu-bokang--149375/channel--genau

CONCERTI 

NAOMI BERRILL TRIO 
Venerdì 8 marzo ore 21.30 
Il Naomi Berrill Trio arrivano al Folkclub di Torino. Il folk irlandese, la musica classica e l'improvvisazione: questi gli elementi tra cui si muovono con grande fluidità le composizioni della violoncellista e cantante Naomi Berrill. Il suo ultimo album “Inish” narra come, accanto alla bellezza delle isole irlandesi di Inishshark e Inishbofin, al coraggio dei loro abitanti, alla luce che le inonda, si contrapponga la durezza della vita in quei luoghi. Immagini sonore vivide ed emozionanti, che mescolano con sapienza l’intensità degli strumenti acustici e le suggestioni dell’elettronica, evocando la bellezza folgorante di queste isole incontaminate ma anche l’asprezza della vita delle comunità dei pescatori che le abitano. Con Naomi, sul palco, Lorenzo Pellegrini alle chitarre, synth e voce e Andrea Beninati alla batteria, al secondo violoncello e al synth.
INFOwww.folkclub.it

BRUCE COCKBURN 
Sabato 9 marzo ore 21.30
La perla più rara della XXXV stagione di concerti del FolkClub. Tra i più grandi artisti canadesi di sempre, Bruce Cockburn ha avuto una carriera illustre plasmata dalla politica, dalla spiritualità e dalla poliedricità musicale. Il suo percorso lo ha infatti portato ad abbracciare folk, jazz, rock e worldbeat, a viaggiare in luoghi come Guatemala, Mali, Mozambico e Nepal e a distillare la sua peculiare prospettiva sul mondo in brani che permangono indelebili. Il suo modo di suonare la chitarra, sia acustica che elettrica, lo colloca tra i migliori strumentisti al mondo. Inoltre è tutt’ora profondamente rispettato per il suo attivismo su questioni che vanno dai diritti dei nativi alle mine anti-uomo, dalla tutela dell'ambiente al debito del Terzo Mondo, lavorando per organizzazioni come Oxfam, Amnesty International, Medici Senza Frontiere e Friends of the Earth. Bruce ritorna al FolkClub a 20 anni esatti dalla sua unica apparizione sul nostro palco
INFO:  www.folkclub.it

TRASHMILANO PARTY 
Venerdì 8 marzo ore 21 
Trashmilano in concerto allo sPAZIO211 venerdì 8 marzo alle ore 21 è una crew composta da 5 DJ ed un MC che lavora utilizzando solamente vinili. Il loro repertorio spazia dal twist and shout anni 50 & 60 fino alle ultime hit, passando per il revival 70/80, la dance anni 90, le hit italiane di fine millennio e dei primi anni 2000. Negli anni hanno collaborato con artisti del calibro di Caparezza, Litfiba, Pezzali, Nek, Renga, Brusco, Punkreas, Gogol bordello, Gianni Drudi, Camerini, Lo Stato Sociale, Piotta, 99 Posse, Iron Mais, Vallanzaska, Pop X, Freak Antoni, Los Fastidios, Skassapunka, Modena City Ramblers, Gem Boys, Babaman, Rumatera, Derozer, Anti Flag, Hard core superstar, Folkstone, Fratelli Calafuria, Crookers, Two Fingerz, Dargen d'amico, Motel Connection e molti altri, aprendo e chiudendo col nostro dj set i loro live. 
INFO: www.spazio211.com

LIRICA E MUSICA CLASSICA

SALVE REGINA E STABAT MATER
Venerdì 8 marzo ore 20, Sabato 9 marzo ore 16
L’Orchestra, i solisti e il Coro di voci bianche del Teatro Regio sono diretti dal giovane e talentuoso Riccardo Bisatti. In programma il prezioso dittico di Giovanni Battista Pergolesi.
INFO: Piccolo Regio Puccini, piazza Castello 215, tel. 0118815241/242, www.teatroregio.torino.it

AIDA
Domenica 10 marzo ore 19
Una delle opere più note di Giuseppe Verdi, composta per celebrare l’inaugurazione del Canale di Suez, è l’affresco solenne e di grande impatto di un amore dal tragico destino. La prigioniera etiope Aida e il generale egiziano Radames si innamorano nonostante la guerra che separa i loro paesi. Contesi tra le pretese amorose di una donna di potere e le illusioni della gloria militare, i due sceglieranno l’amore e tutte le sue drammatiche conseguenze. Un capolavoro senza tempo da rivivere attraverso le sue arie più celebri. Prima dello spettacolo verrà servito un aperitivo compreso negli biglietto di ingresso nella Sala del Cervo.
INFO: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Nichelino, tel 011.6279789, teatrosuperga.it

MUSICAL

SISTER ACT
Da Martedì 5 a Sabato 9 marzo ore 20.45
Deloris Van Cartier è una scatenata cantante di night e, suo malgrado, la scomoda testimone di un omicidio. Per proteggerla la polizia la mette al sicuro in un convento. Travestita da suora e costretta a una condotta che non le si addice, faticherà non poco per adattarsi alle rigide regole di comportamento imposte dalla rigorosissima Madre superiora, ma finirà per conquistare tutti, trasformando uno stonato coro di suore in un fenomeno musicale. Il musical è tratto dall’omonimo film del ’92 che consacrò Whoopi Goldberg. Nel 2011 ha ottenuto 5 nomination ai Tony Awards tra cui quella come “Miglior Musical”. A firmare le musiche originali è l’otto volte Premio Oscar Alan Menken, considerato uno dei più celebri compositori di musical. Regia Chiara Noschese.
INFO: Teatro Alfieri, piazza Solferino 4, www.teatroalfieritorino.it

BILLY ELLIOT
Giovedì 7, Venerdì 8 e sabato 9 marzo ore 20.30, domenica 10 ore 16
Un musical...a passo di danza. La storia è quella dell'omonimo film, con protagonista un bambino che desidera fare il ballerino e mette a rischio se stesso pur di riuscire a realizzare il suo sogno. Le musiche sono firmate da Elton John, la regia è di Massimo Romeo Piparo. In scena due nomi importanti come Rossella Brescia e Giulio Scarpati, oltre a un cast di oltre 30 artisti. Per il regista, "Billy Elliot è un capolavoro, una formula perfetta: una storia di coraggio, volontà, leggerezza, esattamente un paradigma di ciò che servirebbe oggi ad ognuno di noi".
INFO: Teatro Colosseo, via Madama Cristina 71, tel. 011.6698034, www.teatrocolosseo.it

TEATRO

BOCCA MIA TACI
Lunedì 4, Martedì 5 e Mercoledì 6 marzo ore 21
Il nuovo spettacolo di stand up di Francesco De Carlo è, per sua stessa ammissione, un po' sboccato e pertanto è sconsigliato ai minori di 16 anni. Più che un monologo, una marachella con aneddoti e racconti un po' veri e un po' inventati. "Quando facevo arrabbiare troppo mia nonna, lei minacciava violenza col pugno chiuso, digrignava i denti e si metteva una mano sul muso, a soffocare un'imprecazione oscena. E poi dopo aver buttato un occhio al cielo mormorava: 'Bocca mia taci!'. Mi sono sempre chiesto quale espressione tacesse ogni volta"
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

LA RAGAZZA SUL DIVANO
Martedì 5, Giovedì 7 e Sabato 9 marzo ore 19.30, Mercoledì 6 e Venerdì 8 ore 20.45, Domenica 10 ore 16
Valerio Binasco è riconosciuto come il principale interprete italiano di Jon Fosse. Questa volta prende le redini e la regia di questa storia che ha il suo fulcro narrativo in una donna di mezza età, intenta a dipingere il ritratto di una ragazza seduta su un divano; ma la ragazza non è altro che l'istantanea di lei stessa da giovane, turbata da mille incertezze. Binasco, affiancato da un cast di grandi interpreti, affronta qui il modo in cui le ferite psichiche inflitte nell’infanzia non si rimarginano mai del tutto.
INFO: Teatro Carignano, p. Carignano 6, tel. 0115169555 - 800235333, www.teatrostabiletorino.it

RUMBA
Martedì 5, Giovedì 7 e Sabato 9 marzo ore 19.30, Mercoledì 6 e Venerdì 8 ore 20.45, Domenica 10 ore 16
Ascanio Celestini e il suo magnetico talento narrativo, accompagnati dalle musiche di Gianluca Casadei, incontrano la storia di San Francesco: dai suoi natali francesi alla sua passione per la letteratura cavalleresca, dalla guerra alla galera, da muratore a santo che ricostruisce la Chiesa di Dio in Terra. L’intento di questo racconto però non è affatto agiografico, ma si presenta piuttosto come l’inizio di una riflessione che parla al nostro presente: ma se Francesco nascesse nel 1982 invece che nel 1182, dove lo troveremmo? Tra i facchini africani che spostano pacchi in qualche magazzino della logistica o in un supermercato? Quale presepio farebbe tra i cassonetti dell’immondizia?
INFO: Teatro Gobetti, via Rossini 8, tel. 0115169555-800235333, www.teatrostabiletorino.it

WHITE RABBIT RED RABBIT
Mercoledì 6 marzo ore 21
Chi decide di portarlo in scena accetta una sfida: non leggere il testo prima della rappresentazione. Così farà Alberto Boubakar Malanchino, premio Ubu e già noto per importanti spettacoli teatrali e apparizioni tv. L'attore salirà sul palco e avrà di fronte una sedia, un tavolo e due bicchieri. Sulla sedia ci sarà una busta, che aprirà al momento, e al suo interno troverà il testo dell'autore iraniano Nassim Soleimanpour. Non è un testo politico e non deve essere descritto come tale, il suo contenuto è metaforico e distante da ogni orientamento politico.
INFO: Off Topic, via Pallavicino 35, telefono 334.8655865 - www.fertiliterreniteatro.com

DONNE INFORMATE SUI FATTI
Giovedì 7 e Venerdì 8 marzo, ore 20
Nella Torino della buona borghesia si compie un delitto. Otto donne, otto ritratti femminili orbitano intorno al cadavere di una ex prostituta rumena sposata a un ricco banchiere torinese. Ciascuna racconta ciò che ha visto o sentito, ciò che sa o crede di sapere, o non sa di sapere, o finge di non sapere. Otto voci incalzanti, rabbiose, pietose, che si susseguono, si intrecciano, si smentiscono raccontando di: “Milena la bellissima, Milena la santa santissima…”. Adattamento dal romanzo di Carlo Fruttero.
INFO: CineTeatro Baretti, via Baretti 4, Torino, tel. 011.655187, www.cineteatrobaretti.it

EDIPO RE
Venerdì 8 marzo ore 21, Sabato 9 ore 19, Domenica 10 ore 17
Andrea De Rosa mette in scena la tragedia per eccellenza. Considerato uno dei testi teatrali più belli di tutti i tempi, Edipo rappresenta il simbolo universale dell’eterno dissidio tra libertà e necessità, tra colpa e fato. Arrivato al potere grazie alla sua capacità di “far luce attraverso le parole”, abilità che gli aveva permesso di sconfiggere la Sfinge che tormentava la città di Tebe, Edipo è costretto, attraverso una convulsa indagine retrospettiva, a scoprire che il suo passato è una lunga sequenza di orrori e delitti, fino a riconoscere la drammatica verità delle ultime, desolate parole del Coro: "Non dite mai di un uomo che è felice, finché non sia arrivato il suo ultimo giorno".
INFO: Teatro Astra, via Rosolino Pilo 8, tel. 0115634352, www.fondazionetpe.it

ANNA CAPPELLI
Venerdì 8 e Sabato 9 marzo ore 21
In scena il celebre testo di Annibale Ruccello scelto all’unanimità dal pubblico che ha fatto parte della direzione artistica. Annamaria Troisi, regista e interprete, è la protagonista di uno dei monologhi più controversi e innovativi della prosa contemporanea italiana, con i suoi imprevedibili risvolti. Una storia femminile di emancipazione, di ambizione e di orrore, in grado di travalicare il contesto culturale degli anni ’80 e di raccontare ancora il nostro tempo.
INFO: Casa Fools, via Bava 39, www.casafools.it

NO GRAVITY
Venerdì 8 e Sabato 9 marzo ore 21, Domenica 10 ore 16
Il lavoro artistico di NoGravity attraversa i confini tra le diverse arti performative al fine di creare spettacoli multidisciplinari e spettacoli teatrali crossover. Bellezza, sogno, meraviglia, illusione, divertimento sono le chiavi della poetica. Danza-illusione, danza-scultura, teatro figurativo, teatro fisico. Nessuna definizione è mai riuscita a racchiudere da sola il mondo magico della NoGravity. Dopo 15 anni, lo spettacolo torna in una nuova veste coreografica e tecnica, con una nuova produzione e nuova musica. Ideazione, allestimento, scenografia, progetto luci, coreografia Emiliano Pellisari.
INFO: Teatro Gioiello, via Colombo 31, www.teatrogioiellotorino.it

I DIALOGHI DELLA VAGINA
Venerdì 8 marzo ore 21
Una commedia, dove l’interazione con il pubblico abbatte non solo la quarta parete, ma anche tabù e luoghi comuni legati all’universo femminile. L’irresistibile capacità delle attrici di raccontare e raccontarsi, regala allo spettatore una performance esilarante e molti spunti di riflessione. Scritto e diretto da Virginia Risso, con Virginia Risso e Gaia Contrafatto.
INFO: Teatro della Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, teatrodellaconcordia.it

LA LOCANDIERA
Sabato 9 marzo ore 21
Corrado d’Elia rielabora il grande classico di Carlo Goldoni in una travolgente versione pop fatta di grande energia, comicità e dal ritmo scoppiettante. Una Locandiera travolgente, non convenzionale e irresistibile, dai colori accesi e dalle scene sgargianti. La scena si trasforma in un mondo di plastica, variopinto e artificiale. Mirandolina, donna emancipata e moderna, vestita di rosa shocking e dai capelli biondo platino, fa letteralmente impazzire d’amore tutti gli avventori della sua locanda, con un atteggiamento che rappresenta un po’ un modello di femminilità, un po’ l’emblema della spregiudicata donna d’affari.
INFO: Teatro Superga, via Superga 44, Nichelino, tel 011.6279789, teatrosuperga.it

TEATRO PER LE FAMIGLIE

MARIE
Venerdì 8 marzo ore 20.45
Lo spettacolo di Onda Teatro racconta, con un monologo, uno spaccato storico incredibile - quello dei primi del Novecento in cui tutto è possibile - in cui si colloca Marie Sklodowska Curie, una giovane donna polacca che con le sue sole forze riesce a fare una scoperta che rivoluzionerà il mondo a venire. Di e con Silvia Elena Montagnini, supervisione artistica di Bobo Nigrone. Dai 12 anni in su.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, casateatroragazzi.it

L'ORSO FELICE
Sabato 9 e Domenica 10 marzo ore 16.30
Spettacolo di Dimitri Canessa, una storia universale sulla ricerca dell’identità, uno spettacolo che racconta ai più piccoli, senza retorica e con grande tecnica intrisa di leggerezza, umorismo e poesia, il viaggio di Orso Felice alla ricerca del proprio sé. Dai 3 anni.
INFO: Teatro Ragazzi Trg, corso G. Ferraris 266, casateatroragazzi.it

IL RE PESCATORE
Domenica 10 marzo ore 16
Una favola delicata e divertente sul tempo, custode come il mare dei sogni nostri e desideri più segreti. E' la storia di un Re, un tempo leggendario, che ha abbandonato tutto per dedicare il suo tempo a pescare un pesce fra milioni di pesci. Un pesce favoloso che porta con sé un segreto e che dal fondo del mare lo chiama con voce amica. Un giorno però arriva a disturbarlo uno strano signore che vorrebbe tuffarsi nel mare proprio lì, accanto al pescatore. Il Re e il bagnante decidono così di attendere insieme il momento giusto per realizzare il proprio piccolo, grande sogno. Con Pasquale Buonarota, Elena Campanella, Alessandro Pisci. Dai 3 anni.
INFO: Teatro della Concordia, corso Puccini, Venaria, tel. 0114241124, teatrodellaconcordia.it

NATURALIS
Domenica 10 marzo ore 16
In scena la storica compagnia Il Melarancio di Cuneo, con Alice Mattalia e Maurizio Bertolini, per la regia e il testo di Mariachiara Raviola. Lo spettacolo è un gioco che due attori conducono con il corpo, la musica, i ritmi dal vivo e semplici ed evocative parole, raccontando una storia naturale che ci fa sentire a casa. Al centro dell’azione scenica, i quattro elementi: l’Aria, il Fuoco, la Terra e l’Acqua che diventano un’occasione per bambine e bambini di sperimentare differenti processi percettivi, emotivi, motori e immaginativi.
INFO: Teatrino Civico di Chivasso, piazza Dalla Chiesa, Chivasso, tel. 011.0469920 – www.faberteater.com e www.teatroacanone.it

MOSTRE

MYTHOS 
Fino al 7 luglio 
Da Cercero ad Anubi, le oltre 30 creature della mostra Mythos hanno invaso la Ghiacciaia del Mercato Centrale di Porta Palazzo. Fino al 7 luglio le rappresentazioni di miti, divinità e figure leggendarie prendono vita e si trasformano, assumendo forme ibride composte da animali reali, fantastici e anche da parti umane, creando così entità che incarnano le caratteristiche più oscure e ambigue dell'umanità. 
INFOwww.mythoscreaturefantastiche.<wbr></wbr>it 

SHINHANGA. LA NUOVA ONDA DELLE STAMPE GIAPPONESI
Fino al 30 giugno 
Per la prima volta in Italia a Palazzo Barolo apre “Shinhanga. La Nuova Onda delle Stampe Giapponesi".  Una mostra sull’arte degli shinhanga, movimento artistico che all'inizio del XX secolo in Giappone ha rivoluzionato la tradizionale stampa ukiyoe, fondendo elementi classici con la sensibilità modernista. Oltre 80 opere originali di alcuni dei più celebri maestri shinhanga, tra cui Itō Shinsui, Kawase Hasui e Hashiguchi Goyō, che ritraendo paesaggi dai colori vibranti e splendide figure femminili hanno saputo catturare l'essenza del paesaggio e dei fermenti del Giappone di quegli anni con quel tocco di nostalgia che accompagna la scomparsa di un mondo minacciato dal progresso. La mostra propone opere provenienti da collezioni private e dalla Japanese Gallery Kensington di Londra. Kimono, fotografie storiche e oggetti d’arredo, completano il percorso fatto di preziose stampe legate al movimento che si è affermato all’inizio della democrazia Taishō (1912-1926) e che è proseguito fino agli anni Quaranta del Novecento. 
INFOwww.shinhanga.it 


OMAGGIO A FRANÇOIS TRUFFAULT 
Fino a domenica 17 marzo 
Il Museo Nazionale del Cinema omaggia François Truffaut, uno dei più importanti registi del cinema francese, proponendo una rassegna che ripercorre, in ordine cronologico, i momenti più significativi della sua carriera. Dal celeberrimo I 400 colpi al meno conosciuto La sposa in nero, il cinema di Truffaut attraversa i territori imprevedibili dell’amore, del desiderio e della ricerca ostinata della felicità. Un mese per celebrare il romanticismo del cinema francese e della gioventù spensierata che ne è protagonista. 
INFO: www.museocinema.it/it

LE MERAVIGLIE DELLA SETA E DEL PELTRO 
Fino al 28 gennaio 2025 
Una veste premaman in seta dei primi anni dell’800, un pregevole caracò damascato, il corsetto simbolo della donna rivoluzionaria francese, un abito da sera in taffetas cangiante di inizio ‘900. Sono solo alcuni dei pregevoli abiti e tessuti storici esposti al secondo piano di Palazzo Madama fino al 28 gennaio 2025. 
INFOwww.palazzomadamatorino.it/it

DINOSAURI - TERRA DEI GIGANTI 
Fino al 30 giugno
La sala degli stemmi di Porta Nuova fa un salto indietro nel tempo per tornare nell’era mesozoica: oltre 250 milioni di anni fa quando i dinosauri erano i padroni della Terra.Sono una ventina le riproduzioni a grandezza naturale di questi maestosi animali per la mostra Dinosauri - Terra dei Giganti. Ricostruirti in poliuretano e vetroresina quelli statici, in gommapiuma quelli mobili e dotati di un motore interno. Il percorso vuole raccontare ad adulti e bambini, l’evoluzione dai primi dinosauri erbivori, marini e volatili fino ai carnivori. Affiancati da calchi di veri fossili, si trovano le specie più note che abbiamo imparato a conoscere grazie al Jurassik Park di Steve Spielberg, come il Triceratopo, il Velociraptor e ovviamente, il Tirannosauro Rex.
INFOwww.dinosauriterradeigiganti.it  

ROBERT CAPA, UGO MULAS, MICHELE PELLEGRINO A CAMERA 
Fino al 2 giugno e fino al 14 aprile 
La tragica guerra civile spagnola, momento cruciale della storia del XX secolo, e il rapporto professionale e sentimentale fra Robert Capa e Gerda Taro sono il fulcro della mostra Robert Capa e Gerda Taro: la fotografia, l’amore, la guerra che con oltre centoventi fotografie racconta una stagione intensa di fotografia, guerra e amore. Nella mostra Ugo Mulas / I graffiti di Saul Steinberg a Milano protagonista è la Milano del boom economico e le creazioni del grande illustratore e disegnatore Saul Steinberg immortalate da un giovane Ugo Mulas, mentre lo sguardo poetico sul Piemonte rurale di Michele Pellegrino offre storie di uomini, donne e montagne nella mostra Michele Pellegrino. Fotografie 1967-2023.
INFOwww.camera.to 

I MACCHIAIOLI E LA PITTURA EN PLEIN AIR TRA FRANCIA E ITALIA
Fino al 1° aprile 
Al Mastio della Cittadella I Macchiaioli e la pittura en plein air tra Francia e Italia. Prodotta da Navigare srl, con il patrocinio di Regione Piemonte e del Comune di Torino e la collaborazione di AICS, la mostra aprirà al pubblico dal 3 febbraio al 1 aprile, con circa 70 opere di oltre 20 artisti italiani e francesi, intende analizzare il movimento italiano artistico antiaccademico dei Macchiaioli, nato intorno al 1855 a Firenze da un nucleo di giovani artisti frequentatori del Caffè Michelangelo, che influenzò l’arte europea, in particolare quella francese, sviluppando soprattutto il tema del paesaggio e della pittura en plein air. La provenienza delle opere, per lo più da collezioni private oltre che da alcune istituzioni pubbliche, rende l’esposizione particolarmente preziosa, aprendo la strada per un percorso di avvicinamento del visitatore a diversi aspetti di quella che fu una vera e propria rivoluzione macchiaiola, sia per temi sia per stili e tecniche. Dalla loro origine, e sino agli anni ’70 dell’Ottocento, i Macchiaioli si confrontarono con i pittori paesaggisti della Scuola francese di Barbizon e influenzarono grandi artisti d’Oltralpe, anticipando l’arte degli Impressionisti e contribuendo alla nascita della pittura moderna.
INFO: www.navigaresrl.com/mostra/la-mostra-sui-macchiaioli-a-torino 

ANTONIO LIGABUE
Fino al 26 maggio 
Oltre 90 opere di Antonio Ligabue ne illustrano la vita, la psiche e la storia tormentata nell’esposizione Ligabue, in corso alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino fino al 26 maggio. Un viaggio nell’arte di questo genio visionario sempre in evoluzione, e nella sua appassionata ricerca, con la quale sapeva inventare e rinnovare le sue opere nella loro pressante suggestione emotiva, in una iconografia popolare e raffinata. La mostra è curata da Giovanni Faccenda, si avvale del patrocinio della “Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue” ed è prodotta da SM.ART, con la direzione creativa e di produzione di WeAreBeside. La mostra Ligabue, a cura di Giovanni Faccenda, si snoda attraverso 8 sale in un corpus di 71 dipinti, 8 sculture e 13 disegni ed è la prima realizzata con la Fondazione Augusto Agosta Tota per Antonio Ligabue, a quasi un anno dalla scomparsa di Augusto Agosta Tota, che dell’artista fu amico, promotore e studioso.
INFO: mostraligabuetorino.com

LE OSSA DELLA TERRA 
Fino al 13 ottobre 
Dal 26 gennaio 2024 il Museo Nazionale della Montagna di Torino invita a scoprire il legame di Primo Levi con le terre alte attraverso la mostra Le ossa della terra, un progetto ideato e prodotto dal Museo, sviluppato in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi “Primo Levi” di Torino e curato da Guido Vaglio con Roberta Mori. Un percorso espositivo articolato attorno alle parole di Levi, ma anche a fotografie storiche, oggetti, documenti, volumi ed estratti video provenienti da archivi pubblici e privati, oltre che dai familiari dello scrittore e dal Museo. Una mostra per scoprire il legame poco conosciuto di Primo Levi con la montagna, nato negli anni dell’adolescenza e tragicamente legato al destino dello scrittore.
INFOwww.museomontagna.org

FABIO MAURI. ESPERIMENTI NELLA VERIFICA DEL MALE
Fino al 24 marzo 
In occasione della donazione al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea della grande installazione I numeri malefici, 1978, realizzata da Fabio Mauri (Roma, 1926–2009) per la XXXVIII Biennale di Venezia, il Museo presenta fino al 24 marzo la mostra Fabio Mauri. Esperimenti nella verifica del Male.Artista e intellettuale, Fabio Mauri nasce a Roma nel 1926 e inizia a pubblicare i suoi primi disegni e articoli quando aveva solo sedici anni sulla rivista “Il Setaccio” che aveva fondato insieme a Pier Paolo Pasolini a Bologna nel 1942. Ben presto il secondo conflitto mondiale investe violentemente la vita di Mauri: un trauma che lo porta successivamente a creare forme d’arte che attraversano la performance, l’installazione, il disegno, la scrittura, il tutto riferendosi alla pittura come simbolo dell’arte in generale.
INFOwww.castellodirivoli.org

ANTONIO CAMPI A TORRE PALLAVICINA 
Fino al 10 marzo
Nella sala del Tardo Manierismo internazionale della Galleria Sabauda dal 7 dicembre al 10 marzo 2024, i Musei Reali di Torino ospitano l’esposizione Antonio Campi a Torre Pallavicina, che riunisce le tavole superstiti di un ampio ciclo dipinto dal grande manierista cremonese negli anni Settanta del Cinquecento. Seconda tappa della mostra dossier, aperta dal 19 settembre al 3 dicembre 2023 al Museo Diocesano di Cremona, l'iniziativa mette in luce l’attività del pittore per l’Oratorio di Santa Lucia a Torre Pallavicina, comune nella diocesi di Cremona, oggi in provincia di Bergamo, e presenta quello che rimane di una grande ancona a tema cristologico della quale facevano parte i due pannelli con l’Andata al Calvario e la Resurrezione, appartenenti alle collezioni della Galleria Sabauda,  e le due tavole con l’Orazione nell’orto e Cristo davanti a Caifa della Galleria Canesso, che ne ha gentilmente concesso il prestito.
INFO: museireali.beniculturali.it

EDOARDO SANGUINETI
Fino al 30 aprile
Alle Sezioni Riunite dell’Archivio di Stato di Torino si svolge la mostra Edoardo Sanguineti nella città “cruciverba”.  L’esposizione attingerà principalmente ai fondi del Centro Studi Interuniversitario Edoardo Sanguineti, con i quali interagiranno alcune schede lessicografiche selezionate provenienti dal Fondo esempi letterari (scarti e giunte) del Grande Dizionario della Lingua Italiana, al quale Sanguineti partecipò, grazie alla fondamentale mediazione dell’amico Tullio De Mauro, in veste di direttore dei Supplementi. Sarà possibile ammirare per la prima volta due recentissimi ritrovamenti, che risalgono agli albori della carriera del Sanguineti poeta: il manoscritto di Composizione, la raccolta sottoposta nel febbraio 1950 a Cesare Pavese, che la rifiutò, due redazioni di Laszo Varga e il manoscritto finale di Laborintus, la fondamentale opera d’esordio di Sanguineti, nella redazione in cui il titolo era ancora Laberintus.
INFOwww.centrosanguineti.unito.it/it

TIME SQUARE
Fino al 31 marzo
“Time Square. L’arte in piazza trascende il tempo”. Ha un titolo che cattura subito l’attenzione la nuova mostra ideata da Alessandro Bulgini. L'esposizione mette in dialogo sedici opere d'arte del passato con altrettante insegne pubblicitarie odierne, lungo sedici stanze della villa ottocentesca di corso Giovanni Lanza, stanze che diventano metafisiche piazze per un confronto fra tempo, arte e vita.
INFOFlashback Habitat, www.flashback.to.it

GIULIA E TANCREDI FALLETTI DI BAROLO COLLEZIONISTI
Fino al 7 aprile
In occasione del bicentenario del Distretto Sociale Barolo, i Musei Reali presentano una mostra dossier che per la prima volta permette di ricomporre l'originaria raccolta dei marchesi Giulia Colbert e Carlo Tancredi Falletti di Barolo, mettendo in luce il loro duplice ruolo di committenti e collezionisti. Una significativa selezione delle 45 opere d'arte antica donate con lascito testamentario alla Galleria Sabauda nel 1864 dialogherà con altri dipinti e sculture.
INFOmuseireali.beniculturali.it

LA PRIMA MONNA LISA
Fino al 26 maggio
Si tratta de La Monna Lisa di Isleworth, un'opera che secondo gli esperti il Maestro di Vinci dipinse prima della sua gemella conservata al Louvre. Isleworth è la città inglese in cui visse il mercante che l'acquistò nel 1914 da un collezionista privato inglese. La "prima Monna Lisa" era stata per la prima volta presentata nel 2012 dopo essere stata sottoposta a oltre trentacinque anni di studi.
INFOmostraprimamonnalisa.com

HAYEZ. L'OFFICINA DEL PITTORE
Fino al 1° aprile
Non c’è Il Bacio, ma la mostra “Hayez. Officina del pittore romantico”, ospita alcune importanti opere, tra cui La Meditazione, Il consiglio alla vendetta e Accusa Segreta, insieme a molti quadri e disegni inseriti del pittore veneziano. Dieci sezioni per 100 opere allestite in un percorso cronologico, raccontano il lavoro di Francesco Hayez, autore simbolo del passaggio tra lo stile neoclassico a quello romantico. Dalle prime esperienze tra Venezia e Roma, sotto l’influenza dell’opera di Tiziano, fino a quelle come "pittore civile".
INFO: www.gamtorino.it/it

IL MONDO DI TIM BURTON
Fino al 7 aprile
La mostra dedicata al grande regista è allestita all'interno della Mole. C’è la scrivania del regista, ma anche i suoi disegni, alcuni inediti, schizzi, polaroid, pupazzi e oggetti di scena. Protagonisti tutti i personaggi più famosi creati da Tim Burton, da Beetlejuice a Edward mani di forbice, fino all’ultima riuscita serie Netflix, Mercoledì.  Per la prima volta in città Burton è rimasto colpito da palazzi e ambienti storici.
INFOMuseo del Cinema, www.museocinema.it

Daniele Angi e Chiara Gallo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium