ELEZIONI REGIONALI
 / Sport

Sport | 18 aprile 2024, 07:00

Le storie di successo dei calciatori infallibili dal dischetto

Il calcio di rigore: un momento di tensione palpabile, una sfida mentale tra tiratore e portiere, una frazione di gioco che può decidere le sorti di una partita o di un torneo.

Le storie di successo dei calciatori infallibili dal dischetto

Il calcio di rigore: un momento di tensione palpabile, una sfida mentale tra tiratore e portiere, una frazione di gioco che può decidere le sorti di una partita o di un torneo. Tra gli infiniti episodi che hanno segnato la storia del calcio, alcune figure emergono come veri specialisti di questa arte, distinguendosi per freddezza, precisione e affidabilità. I migliori rigoristi sono calciatori capaci di trasformare la pressione in gol quando tutto sembra in bilico.

La nascita del calcio di rigore

Il primo calcio di rigore nella storia del calcio è stato un momento rivoluzionario, segnando un prima e un dopo nel modo in cui il gioco veniva giocato e percepito. Il 14 settembre 1891, Joseph Heath del Wolverhampton Wanderers fece la storia trasformando il primo rigore contro l'Accrington Stanley. Questo evento non fu solo una curiosità statistica, ma l'inizio di una nuova era tattica e psicologica nel calcio.

Negli anni a seguire, il regolamento del calcio ha abbracciato e raffinato il concetto del calcio di rigore, delineando con precisione le regole che ne governano l'esecuzione. La posizione del portiere, la distanza dal dischetto, e la procedura stessa del tiro sono stati oggetto di modifiche e chiarimenti, rendendo il rigore non solo un test di abilità individuale ma anche un elemento cruciale della strategia di squadra.

Le modifiche alle regole, come il divieto per i portieri di muoversi prima del tiro e la precisa delimitazione di dove i giocatori possono posizionarsi durante l'esecuzione, hanno aggiunto ulteriori strati di complessità e sfida. Ogni cambiamento ha riflettuto l'evoluzione del gioco, adattandosi alle nuove realtà tecniche e alle esigenze dello spettacolo sportivo.

Chi sono i migliori rigoristi

  • Francesco Totti: Il leggendario capitano della Roma non è solo famoso per la sua lealtà al club, ma anche per essere il re dei rigori nel calcio italiano. Con 71 gol su 88 tentativi, Totti non ha solo dimostrato una consistente affidabilità dal dischetto, ma ha anche inciso profondamente nelle statistiche del campionato, stabilendo un record difficile da eguagliare. Tuttavia, il suo record include anche 17 errori, il più alto in Serie A, testimoniando non solo il suo ruolo di rigorista principale per la Roma ma anche la pressione e le sfide che ha dovuto affrontare in queste occasioni.
  • Roberto Baggio: Un'icona del calcio italiano, Baggio è rimasto nella memoria collettiva non solo per il suo straordinario talento ma anche per un momento di amara delusione: il rigore sbagliato nella finale dei Mondiali del 1994 contro il Brasile. Prima dell'ascesa di Totti, era lui a detenere il record di gol su rigore in Serie A, con 68 realizzazioni. La carriera di Baggio ha attraversato numerosi club italiani di primo piano, dimostrando ovunque la sua maestria nel calciare rigori.
  • Alessandro Del Piero: Pinturicchio, come veniva affettuosamente chiamato, ha segnato 50 volte dal dischetto in Serie A, tutti per la Juventus. La sua tecnica raffinata e la precisione lo hanno reso uno dei migliori esecutori di rigori, contribuendo a consolidare la sua reputazione di giocatore decisivo nei momenti chiave. Anche Del Piero, tuttavia, ha avuto la sua quota di errori, con 11 rigori sbagliati, ma questo non ha mai offuscato la sua immagine di campione.

I record e le leggende

Nell'olimpo dei rigoristi, alcune figure si distinguono non solo per la quantità ma soprattutto per la qualità e la precisione dei loro calci dal dischetto. Tra queste, emerge prepotentemente la figura di Ledio Pano, un calciatore albanese che ha raggiunto una percentuale di successo dal dischetto praticamente ineguagliabile: il 100% su 50 tentativi. Questo record, che si potrebbe facilmente confondere con una leggenda, testimonia un'abilità e una freddezza sotto pressione che pochi atleti in qualsiasi sport possono vantare. Pano non è solo un nome nelle statistiche; è un simbolo di precisione assoluta, un punto di riferimento per ogni calciatore che si appresti a calciare un rigore.

Parallelamente, la storia di Matthew Le Tissier incarna un'altra leggenda del calcio di rigore. Questo giocatore, icona del Southampton, ha trasformato in gol 49 dei 50 rigori calciati durante la sua carriera, sbagliando solamente una volta. Le Tissier, soprannominato "Le God" dai tifosi per le sue prodezze calcistiche, ha dimostrato un'incredibile costanza nel tempo, combinando tecnica e intuizione in un mix letale per ogni portiere. La sua unica mancata realizzazione non fa altro che accrescere il mito di un giocatore che, nel momento di massima pressione, era quasi sempre sinonimo di gol.

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium