/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 17 maggio 2024, 15:11

Un ballo da "debuttanti" per le 12 stelle che hanno completato il programma 2024: gli investitori hanno incontrato i "campioni" di Techstars

Il percorso di accelerazione, al termine di quattro edizioni, ha raccolto 100 milioni di dollari e creato più di 600 posti di lavoro

incontro pubblico con tavolata

Le 12 start up dell'edizione 2024 di Techstars hanno incontrato ieri sera potenziali investitori alle Ogr

Cento milioni di dollari di investimenti raccolti e oltre 600 posti di lavoro creati. Sono questi alcuni dei risultati raggiunti - in quattro edizioni - dal progetto di accelerazione che Techstars ha portato a Torino (in collaborazione con Intesa Sanpaolo Innovation Center, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Crt). E nella serata di ieri, in occasione del "DemoDay", le 12 start up che hanno seguito il percorso nel 2024 hanno potuto incontrare possibili investitori e partner.


Nell'arco dei quattro anni, inoltre, c'è stato spazio per siglare 80 accordi di "Proof of Concept" (le prove di fattibilità di progetti proposti dalle start up) con committenze italiane e di ottenere addirittura 3 exit (ovvero la "vendita" dell'impresa con l'uscita dei fondatori dai capitali).


Delle 12 startup "classe 2024", ben 6 erano italiane, tutte selezionate tra oltre 300 candidature provenienti da tutto il mondo. Alle Ogr hanno incontrato possibili investitori, partner tecnologici e industriali e rappresentanti di università, centri studio e categorie produttive. Il programma che hanno seguito è stato l'evoluzione dei precedenti avviati a Torino in collaborazione con Techstars dal 2020 e dedicati alla Smart City e alla Smart Mobility.

"L’alta partecipazione e i risultati ottenuti confermano da un lato la vivacità del sistema imprenditoriale innovativo italiano, dall’altro il valore per il territorio della collaborazione tra i partner, che ha permesso all’ecosistema di Torino di crescere come hub di innovazione, attraendo talenti, favorendo collaborazioni con aziende locali e creando nuovi posti di lavoro - spiegano gli organizzatori -. Finora quattro startup straniere hanno scelto Torino come città per stabilirsi e crescere, aprendo una filiale di diritto italiano per dare continuità alle sinergie instaurate con il territorio".

 

La partnership tra Intesa Sanpaolo Innovation Center, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT è stata confermata a fine 2023 attraverso la firma di un nuovo protocollo biennale per continuare a supportare la crescita dell’ecosistema torinese, non solo attraverso il rinnovato supporto al Programma di accelerazione gestito da Techstars, ma anche attraverso pacchetti di soft landing per l’insediamento sul territorio delle startup, la facilitazione della ricerca di partner e altro ancora. 

 

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium