/ Chivasso

Chivasso | 12 settembre 2018, 09:02

Dieci anni per il Bisko Moto Club

La storia del gruppo chivassese con la passione per le due ruote

Dieci anni per il Bisko Moto Club

Una storia lunga dieci anni per il Bisko Moto Club “Stefano Doria” di Castelrosso, una storia fatta di passione, amicizia e di un ricordo carico di emozione.

A tracciare le tappe fondamentali di questo percorso, il presidente Matteo Doria, che insieme alla sua squadra – il vice Mario La Piana, il vice segretario Chantal Brocco (la carica di Segretario un tempo rivestita da Stefano Doria è stata ritirata per Statuto), i consiglieri Daniele Del Gobbo e Tiziano Matta, il socio anziano onorario Piero Doria, il consigliere sportivo Fulvio Massimino e lo Special Team formato da Andrea Imerese, Giuseppe Benso, Carlotta Frezzato, Franco Malino, Karla Romero Pizarro, Marco Borca, Federica Milanese, Valentina Atzeni, Germano Scarfone, Sarah Schlapfer e Alessandro Bocca - sta ultimando i dettagli del Motoraduno Nazionale previsto a Castelrosso per sabato 22 e domenica 23 settembre.

“Il Motoclub era nato a Castelrosso al bar La Suce – racconta Matteo – e dalla sua sede prendeva il nome: Suce Moto Club. Eravamo un gruppo di amici, uniti dalla stessa grande passione: la moto. Il presidente era Valter Careggio ed io ero il suo vice, Mario La Piana il cassiere e mio fratello Stefano il segretario. Oltre alla passione per le due ruote, ci univa la voglia di creare dei momenti di festa per stare insieme, momenti di aggregazione adatti a tutti: agli sportivi, agli appassionati di moto, ma anche semplicemente alle famiglie. L'inaugurazione fu ad ottobre del 2008, in piazza a Castelrosso, con un ombrellone e un tavolino con i salatini; oggi ai nostri raduni arrivano migliaia di persone e ci sono tante attrazioni e stand legati al settore. Ma già dieci anni fa, tante persone apprezzarono il nostro entusiasmo e la nostra semplicità e così, anno dopo anno, il numero di iscritti e di persone che ci seguono, è cresciuto sempre di più”.

E i numeri parlano da soli: al primo Motoraduno arrivarono 70/80 moto, mentre all'ultimo ne erano presenti 2.200.

Ma il destino è in agguato, sulla strada: il 31 marzo 2011, Stefano “Bisko” Doria è vittima di un gravissimo incidente e perde la vita a San Damiano d'Asti. Il Motoclub, ferito nell'anima, non può più essere lo stesso. “Mio fratello Stefano era un trascinatore – racconta Matteo – e noi siamo ancora andati avanti un anno e mezzo per inerzia, poi abbiamo deciso di fermarci per un po'”. In un primo momento sembra che l'intenzione sia quella di chiudere, di abbandonare tutto, ma tanta gente nuova si era avvicinata al Motoclub proprio in occasione di questo tragico evento, persone che incitavano a proseguire. “Abbiamo raccolto la sfida e rifondato il Motoclub, dedicandolo alla memoria di Stefano, “Bisko”, per non far spegnere la sua grande passione e soprattutto per trasmetterla ed è bellissimo vedere come oggi il Motoclub raccolga anche tante persone che non hanno neppure conosciuto Stefano, ma vivono quella sua stessa passione”. Anche l'ottobre 2013 segna una tappa fondamentale nella storia del gruppo: l'iscrizione alla Federazione Italiana Motociclistica e il riconoscimento ufficiale del Coni.

“Da quel momento la nostra corsa è proseguita, con ritmo di crescita incessante – ricorda Matteo -. Il Motoclub ha un calendario di eventi oramai consolidato che si apre sempre in primavera con il primo motogiro della stagione e che non poteva che avere come meta San Damiano d'Asti, alla “pietra di Steu”, quella pietra a forma di moto dove Stefano ha fermato per sempre la sua corsa. Oramai da tre anni poi, con una data che varia di anno in anno e viene indicata dalla Federazione, organizziamo una data ufficiale del Motogiro del Piemonte, un onore se consideriamo che le tappe totali di questo evento sportivo sono cinque. E poi, per chiudere la stagione, c'è il Motoraduno d'autunno, un evento statico di due giorni, che da tre anni viene classificato come raduno nazionale e che raccoglie appassionati da tutte le regioni del Nord Italia”.

E sarà proprio il Motoraduno d'autunno l'occasione per celebrare il decennale e per un evento così speciale, non potevano mancare sorprese e novità; una in particolare, sta molto a cuore al presidente Matteo Doria: “Vogliamo sensibilizzare i soci sul tema della prevenzione e così per i tesserati ci sarà la possibilità di partecipare ad un corso di guida sicura avanzata (sabato 22 settembre dalle 9) con una parte teorica e una pratica, curato da tecnici della Federazione”.

Info: www.biskomotoclub.com


Annarita Scalvenzo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium