/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | domenica 18 novembre 2018, 17:17

Cioccolatò: l'edizione 2018 si chiude con il record di presenze

Gli organizzatori: "Siamo molto soddisfatti dalla risposta della città"

Cioccolatò: l'edizione 2018 si chiude con il record di presenze

Si è chiusa oggi l’edizione 2018 di CioccolaTò, che per dieci giorni ha portato in piazza San Carlo e via Roma un centinaio di maestri cioccolatieri. Un’edizione ricchissima di eventi e di iniziative golose che ha registrato un costante afflusso di pubblico.

“Siamo molto soddisfatti dalla risposta della città. Abbiamo contato oltre 400mila presenze durante i giorni della manifestazione e già solo nel primo fine settimana di apertura avevamo superato il pubblico delle scorse edizioni. Come ogni cosa si può migliorare e da domani saremo al lavoro per l’edizione del 2019 che sarà ancora più coinvolgente. Nonostante sia stata la prima volta per Craun&Crest, abbiamo superato le aspettative e convinto della qualità delle nostre proposte. Per il prossimo anno ci aspettiamo una partecipazione ancora maggiore da parte delle eccellenze piemontesi”, spiega l’organizzatore, Gregorio Catricalà. Il programma eventi è stato curato da Marco Fedele.

“CioccolaTò si conferma uno degli eventi più partecipati – sottolinea Alberto Sacco, assessore al Turismo e Commercio della Città -  Nell’anno dedicato alla tradizione gastronomica e culinaria del nostro Paese, siamo soddisfatti dei risultati ottenuti dall’atteso appuntamento col mondo del cioccolato che rimane, per la città di Torino e le tantissime aziende artigianali, una delle eccellenze del territorio piemontese. Grande successo di pubblico anche per i dibatti, gli show cooking, le presentazioni, le degustazioni e i talk ospitati negli stand che hanno accompagnato i dieci giorni della manifestazione”.

Soddisfazione è stata espressa dagli operatori che hanno registrato un buon passaggio di turisti, soprattutto francesi. L’affluenza anche durante i giorni feriali ha superato le aspettative.

“E’ stato un bel colpo d’occhio vedere la piazza così piena, siamo molto soddisfatti. I nostri pasticceri sono felici per i risultati ottenuti. Una scommessa vinta”, spiega Giovanni Dell'Agnese, vicepresidente Ascom.

Questa mattina la sindaca Chiara Appendino e l’assessore al Commercio, Alberto Sacco, hanno partecipato alla consegna simbolica ai bimbi del Regina Margherita e di Casa Ugi delle due statue di cioccolato – Capitan America e Elsa di Frozen ad altezza naturale – realizzate dai maestri cioccolatieri Gianfranco Rosso, Blandino Gusella e Franco Rossetto. Presenti anche Franca Fagioli e Roberto Laudati della Città della Salute di Torino. Domani mattina alle ore 9:30 le sculture verranno posizionate nell’atrio dell’ospedale per dare la possibilità per un paio di giorni di fare vivere CioccolaTò a tutti i bambini ricoverati che non hanno avuto la fortuna di godersi la manifestazione.

L’iniziativa è stata organizzata da Nida, la Nazionale Italiana dell’Amicizia, Onlus che cerca di aiutare bimbi in difficoltà, e dopo aver stretto una profonda amicizia con la piccola Bea Naso e la sua mamma Stefy, ha deciso di dedicarsi soprattutto al sostegno di bimbi con malattie rare. “Questa mattina siamo stati particolarmente contenti di aver portato in piazza decine di bimbi, che per qualche ora hanno lasciato l’ospedale. Per loro è molto importante conquistare attimi di svago e interrompere la routine sempre uguale delle cure, dove il tempo sembra non passare mai”, racconta il fondatore della Nida, Walter Galliano, che ha indossato gli abiti di Willy Wonka e Capitan America. Accanto a lui una squadra di volontari che hanno impersonato supereroi e principesse e reso magica la kermesse per i più piccoli.

Ecco qualche numero delle attività dedicate ai bambini, pensate e realizzate dalla Nida:

-         Circa 4.000 bimbi delle scuole primarie di Torino hanno visitato le Frabbriche di cioccolato accompagnati da Willy Wonka

-         40 squadre hanno partecipato entusiaste alla caccia al tesoro organizzata per scoprire aneddoti e luoghi del centro legati al cioccolato (circa 400 persone di cui 300 erano bimbi)

-         300 kg di cioccolato sono stati usati per le due statue donate ai bambini dell’ospedale Regina Margherita

-         50 volontari instancabili

-         1 Toret da cui sgorga Cioccolata calda...il più fotografato

-         Circa 6.000 euro incassati per il progetto Cittadella dello Sport, una struttura a Falchera di 40mila metri quadrati che sarà dedicata ai ragazzi disabili

L’organizzazione conferma l’appuntamento con CioccolaTò per il 2019 che si terrà in autunno.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore