/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 30 novembre 2018, 14:36

In 10 anni più di 10 mila studenti arrivati a Torino grazie alle scuole ASILS

Oltre mille solo nel 2017: i ragazzi provenienti soprattutto da Germania e Stati Uniti. Le parole di Chiara Avidano, titolare della scuola CiaoItaly

In 10 anni più di 10 mila studenti arrivati a Torino grazie alle scuole ASILS

In oltre 10 anni di attività le scuole ASILS (l’Associazione delle Scuole di Italiano come Lingua Seconda) di Torino, CiaoItaly e L’Italiano Porticando, hanno portato in città più di 10.000 studenti provenienti da tutto il mondo, trend che nel corso del 2017 si è mostrato in forte crescita con un incremento del quasi 20%.

Durante il 2017 oltre 1.000 studenti hanno studiato nelle due scuole torinesi con una permanenza media di 4 settimane e una spesa complessiva di corso e alloggio fino a 500€ a settimana. Sono state erogate complessivamente 16.000 ore di formazione e sono stati impiegati circa 30 docenti.

I paesi più importanti per la rilevanza delle presenze sono stati: Germania (10%), Stati Uniti (8%), Francia (7%), Brasile (7%), Regno Unito (6%), Cina (6%), Paesi Bassi (5%), Svizzera (4%), Giappone (4%), Russia (4%), Belgio (3%) e Spagna (3%).

Si è trattato principalmente di un pubblico femminile (62%), variegato per fasce d’età e professione. L’età degli studenti è l’elemento che maggiormente contraddistingue le due scuole e le attività da esse organizzate: a CiaoItaly il 39% è rappresentato, infatti, da studenti universitari, presso L’Italiano Porticando la fascia d’età prevalente è quella degli over 50 (35%). Così CiaoItaly si è specializzata negli anni nei programmi accademici e pre-accademici (compresi i programmi Marco Polo e Turandot rivolti agli studenti cinesi) e nella formazione degli insegnanti, L’Italiano Porticando nei programmi turistici, culturali ed enogastronomici.

Questo permette alle due scuole, ubicate rispettivamente in zona Crocetta e in pieno Centro, di lavorare in modo complementare e di offrire ai clienti un servizio di grande qualità.

"Per il futuro contiamo di crescere ancora, anche a livelli superiori di quelli già importanti di questi anni - ha dichiarato Chiara Avidano, titolare della scuola CiaoItaly – stiamo cercando di fare un'operazione di marketing molto importante per convincere gli studenti stranieri a venire a Torino piuttosto che scegliere Firenze o altre reatà italiane. Per questo nel 2018 ho fatto un lungo viaggio in Cina e per il 2019 ho in programma di volare in Brasile e in Russia, puntando a coinvolgere in modo particolare gli studenti universitari".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore