/ Economia e lavoro

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia e lavoro | martedì 04 dicembre 2018, 18:21

Le Banche del Tempo si raccontano e firmano una convenzione con la Città Metropolitana

La consigliera Cossu: “In un’epoca in cui tutto viene monetizzato, le Banche del Tempo sono un’iniziativa che dà importanza al tempo e al sapere delle persone”

Le Banche del Tempo si raccontano e firmano una convenzione con la Città Metropolitana

 

Un pomeriggio insieme per raccontarsi e mettere a confronto esperienze e difficoltà: le Banche del Tempo si sono ritrovate martedì 4 dicembre nella Sala Stemmi della sede della Città metropolitana, in corso Inghilterra 7, per la consueta riunione del Coordinamento Banche del Tempo. Durante l’incontro è stata firmata una convenzione tra la Città metropolitana e il Coordinamento Banche del Tempo per incentivare le pratiche di solidarietà e reciprocità, intese come strumento per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. La convenzione è stata firmata dalla Consigliera metropolitana Silvia Cossu – delegata alle pari opportunità - e dallaPresidente del Coordinamento Banche del Tempo, Aurora Tesio.

“In un’epoca in cui tutto viene monetizzato, le Banche del Tempo sono un’iniziativa e un’esperienza molto significativa, che dà importanza al tempo e al sapere delle persone” sottolinea la Consigliera Cossu. Aurora Tesio sottolinea a sua volta che “si tratta di un’esperienza e di un’opportunità per combattere la solitudine, integrare i nuovi cittadini italiani e approfondire le conoscenze delle persone che si mettono in gioco nella Banca”.

La convenzione è stata pensata come strumento per attivare un processo di educazione permanente per l'affermazione sul territorio metropolitano di una costruttiva forma di solidarietà basata sul principio dello scambio di tempo. Città metropolitana e Coordinamento Banche del Tempo si impegnano a sostenere le pratiche di reciprocitàche assicurano un aiuto e un accompagnamento tra cittadini che né il mercato privato né quello pubblico potrebbero garantire senza costi a carico dei beneficiari. La convenzione ha anche lo scopo di promuovere la cultura dell’utilizzo sociale del tempo come contrasto alla solitudine e all’individualismo, nella consapevolezza che le Banche del Tempo possono offrire un contributo alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e promuovere lo sviluppo del senso di comunità e di appartenenza dei cittadini, facilitando l'interazione tra le persone e la loro reciproca conoscenza.

Dopo la firma della convenzione la parola è passata alle singole Banche del Tempo, che hanno raccontato il lavoro svolto nell’ultimo anno. Sono intervenuti tra gli altri i rappresentanti delle Banche del Tempo della II, della IV e della VI Circoscrizione di Torino, di quella di Chieri e di quella di Vinovo. La Banca del Tempo diBorgaro Torinese ha presentato il suo coro, che è da tempo impegnato in attività di animazione nelle case di riposo e ha offerto un intervallo sonoro fra le testimonianze.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore