/ Politica

Politica | 18 febbraio 2019, 20:48

La Sala Rossa approva la modifica dello statuto e dei patti parasociali Iren tra le proteste della minoranza

Durante la votazione i consiglieri del Pd e della Lista Civica per Torino hanno mostrato alcuni cartelli con le scritte 'Appendino svende Torino Appendino svende Iren'. La maggioranza a 5 Stelle ha replicato "avete indebitato questa città per 20 anni"

La Sala Rossa approva la modifica dello statuto e dei patti parasociali Iren tra le proteste della minoranza

Dopo oltre tre ore e mezza di discussione, con un lungo ostruzionismo del centrosinistra, il Consiglio comunale di Torino ha approvato con i voti della maggioranza la delibera di modifica dello statuto e dei patti parasociali di Iren. 

"Questa atto - ha spiegato la sindaca Chiara Appendino - non nasce per indebolire Torinola Città non ha nessuna intenzione di perdere peso in Iren, il piano industriale illustrato dimostra, anche in ottica futura, che continua ad esserci quell’equilibrio fra territori necessario per mantenere saldo il futuro dell’azienda".

"Questo provvedimento, ha ribadito, non implica la vendita delle azioni ed è intenzione dell’Amministrazione evitarne in tutti i modi la vendita. Stiamo valutando, tramite perizia, i valori delle altre partecipate ma soprattutto è importante che gli enti che non possono più subire tagli attivino una leva di ridisegno dei rapporti tra Comuni e Stato”.

Le opposizioni hanno parlato di un "disastro perché con questa delibera si consegna all'azionista di riferimento, la Città di Genova, il governo dell'azienda. Una delle peggiori delibere della giunta Appendino che stabilisce la fine della storia centenaria del governo di questa azienda". Durante la votazione i consiglieri del Pd e della Lista Civica per Torino hanno mostrato alcuni cartelli con le scritte 'Appendino svende Torino Appendino svende Iren'. La maggioranza  a 5 Stelle ha replicato "avete indebitato questa città per 20 anni".

“L’equilibrio delle scelte - ha aggiunto il consigliere del M5S Federico Mensio - in seno alla società, soprattutto in merito ad investimenti, sono già un fatto e riteniamo che dovranno essere mantenute. È per questo che abbiamo presentato una mozione di accompagnamento in tal senso”, ha concluso l'esponente della maggioranza.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium