/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 14 maggio 2019, 19:08

A Torino movida "plastic-free", Santa Giulia in pole per l'uso dei bicchieri riutilizzabili

I titolari delle attività notturne di questo angolo di Vanchiglia hanno infatti manifestato interesse per l'iniziativa promossa da GreenTO

A Torino movida "plastic-free", Santa Giulia in pole per l'uso dei bicchieri riutilizzabili

La movida a Torino potrebbe essere plastic-free. È questa la proposta di GreenTO - associazione di promozione sociale per la sostenibilità ambientale attiva dal 2016 presso Unito - presentata oggi in commissione ambiente. 

L'obiettivo è ridurre l'uso di bicchieri usa e getta, introducendo l'uso di quelli rigidi, riutilizzabili dopo il lavaggio nei locali della movida (San Salvario, Vanchiglia e piazza Vittorio). I primi a dire addio in tempi rapidi ai contenitori di plastica "morbida" potrebbe essere i locali di piazza Santa Giulia. I titolari delle attività notturne di questo angolo di Vanchiglia hanno infatti manifestato interesse per l'iniziativa, che ha come partner LESSGLASS di Genova.

I ragazzi di GreenTO hanno detto di essere pronti a partire a breve. Per maggio 2019 al via la campagna di crowdfunding, dal valore di circa 3 mila euro, per comprare  il 1° stock di bicchieri. A giugno in alcuni locali potrebbe già partire l'iniziativa, che prevede che il cocktail o la birra venga servito in bicchieri di plastica rigida, col sistema del vuoto a rendere: il consumatore verserebbe al momento del pagamento un euro in più rispetto al costo della bevanda, che gli verrebbe reso quando riporta il contenitore. In caso di alta adesione a "Movida plastic free" a settembre la digitalizzazione del sistema integrato cittadino. 

Il vantaggio principale per i locali è che in questo modo aggirerebbero l'articolo 44ter del Regolamento di Polizia Municipale, che vieta di servire al di fuori del proprio déhors - quindi per asporto - le bevande in contenitori di vetro. 

"È un progetto interessante - ha commentato l'assessore comunale all'ambiente Alberto Unia - che potrebbe funzionare per un'area circoscritta come piazza Santa Giulia: ora dobbiamo capire bene quale è la strada migliore".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium