/ Politica

Politica | 23 maggio 2019, 11:11

Caso Cucchi, Sganga (M5S): "Denuncia di Giovanardi limite all'espressione democratica"

L'ex senatore di Forza Italia ha citato in giudizio i 29 consiglieri comunali di Torino firmatari dell'odg che definiva le sue opinioni riguardo al caso Cucchi "gravissime e diffamatorie"

Caso Cucchi, Sganga (M5S): "Denuncia di Giovanardi limite all'espressione democratica"

Carlo Giovanardi ha citato in giudizio in 29 consiglieri comunali di Torino che lo scorso 21 gennaio hanno approvato l'ordine del giorno delle capigruppo di "Torino in Comune" e demA - Eleonora Artesio e Deborah Montalbano - che chiedeva di fare luce sull'omicidio di Stefano Cucchi. Il documento definiva "gravissime e diffamatorie" le opinioni espresse dall'ex senatore di Forza Italia sulla morte del ragazzo.

Una notizia che ha generato le reazioni di entrambi i lati della Sala Rossa. Per la capogruppo del M5S Valentina Sganga si tratta di "un limite all'espressione della volontà democratica, che credo debba essere respinto e dovrebbe inquietare tutti coloro che nella democrazia credono".

"Ho avuto modo di conoscere molto bene - aggiunge la grillina - i limiti della democrazia, in questi tre anni, soprattutto quando la volontà popolare si trova compressa dentro il recinto dei limiti di bilancio, dei tagli perpetui, dei mutui, dei debiti e di molto altro". "Pensare che perfino le opinioni, discusse pubblicamente, possano essere compresse dentro ulteriori limiti è sconcertante", conclude Sganga.

Dal capogruppo comunale del Pd Stefano Lo Russo e dal segretario dem di Torino Mimmo Carretta l'invito a Giovanardi a venire a Torino. "Durante l'incontro - aggiungono - potremo spiegare le sue ragioni e il perché delle sue dichiarazioni rese a suo tempo e riportate nell'atto votato in Sala Rossa che hanno provocato la sua reazione".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium