/ Politica

Politica | 16 settembre 2019, 17:10

A Schellno le politiche attive del lavoro, Appendino: "Collegare Welfare e al sostegno dei disoccupati"

All'attuale assessore Sacco sono aggiunte "le misure di salvaguardia dei posti di lavoro e di sostegno al reddito, le attività di gestione delle crisi aziendali, gli strumenti di salvaguardia salariale, lo sviluppo economico e il progetto delle aree di crisi che coinvolge il territorio"

A Schellno le politiche attive del lavoro, Appendino: "Collegare Welfare e al sostegno dei disoccupati"

Nuovo assetto per la Giunta Appendino. Questo pomeriggio la sindaca Chiara Appendino ha spiegato in Sala Rossa il riordino delle deleghe al Lavoro, che sono stata divise tra l’attuale assessore Alberto Sacco e il vicesindaco Sonia Schellino.

La formazione professionale, le politiche attive del lavoro, la promozione per l’occupazione giovanile e femminile -ha spiegato la prima cittadina – saranno in capo all’assessore Sonia Schellino”. “L’obiettivo – ha proseguito – è collegare le materie del Welfare al sostegno dei lavoratori disoccupati, sia per le misure a sostegno del reddito che per quelle di rioccupazione, compresa la gestione del reddito di cittadinanza”.

All’assessore Sacco – ha aggiunto – sono confermate le deleghe attuali, alle quali sono estese le misure di salvaguardia dei posti di lavoro e di sostegno al reddito, le attività di gestione delle crisi aziendali, gli strumenti di salvaguardia salariale, lo sviluppo economico e il progetto delle aree di crisi che coinvolge il territorio”.

“I due assessorati dovranno lavorare in piena sinergia, ma non ho dubbi che accadrà” ha concluso Appendino.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium