/ Eventi

Eventi | 17 ottobre 2019, 16:04

Uno stand della Regione alla Fiera del Libro di Francoforte

L'assessore Vittoria Poggio: "Un impegno che permette al Piemonte, unitamente a Lazio, Sardegna e Veneto, di avere uno stand autonomo all’interno dello spazio Italia realizzato da Ice"

Uno stand della Regione alla Fiera del Libro di Francoforte

La Regione Piemonte partecipa anche quest’anno alla Fiera del Libro di Francoforte, il più importante evento internazionale per la vendita dei diritti editoriali, che dispone di uno spazio dedicato alla presenza editoriale italiana.

La manifestazione è un appuntamento ormai collaudato per le imprese editoriali piemontesi, finalizzato a promuoverle anche oltre i confini nazionali. Lo stand regionale ospita 30 editori piemontesi, inseriti all’interno del catalogo della fiera e presenti con circa 300 appuntamenti, numero in crescita rispetto allo scorso anno.

All’interno dello spazio Italia è presente anche il Salone Internazionale del Libro di Torino, con l’obiettivo di rafforzarne l’immagine e la vocazione internazionale. "Si tratta di una importante iniziativa – ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura, al Turismo ed al Commercio, Vittoria Poggio – che rimarca l’impegno della Regione Piemonte nel garantire la promozione, la valorizzazione e lo sviluppo della piccola imprenditoria editoriale piemontese, accompagnando gli editori in un percorso di internazionalizzazione, sempre più strategico al fine di svilupparne vendita e visibilità".

"Un impegno che permette al Piemonte, unitamente a Lazio, Sardegna e Veneto, di avere uno stand autonomo all’interno dello spazio Italia realizzato da Ice, l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, e dall’Associazione Italiana Editori”.

E proprio in quest'ottica stanno procedendo a passo spedito i preparativi per "The Publishing Fair", l'appuntamento che dal 22 al 24 novembre al Copernico Garibaldi vivrà la prima edizione: un evento italiano dedicato ai professionisti della filiera editoriale. Un primo assaggio del programma è stato dato oggi alla Buchmesse di Francoforte.

Obiettivo di The Publishing Fair, ideata da Marzia Camarda e Lorenzo Armando e patrocinata da Associazione Italiana Editori (Aie), Regione Piemonte e Comune di Torino, è delineare strategie concrete per l'editoria, creare reti tra gli imprenditori e i professionisti del settore per ampliare gli scambi e l’offerta sul mercato europeo, che è il mercato mondiale di riferimento. Nel Vecchio Continente infatti si concentra il 60% della produzione editoriale globale. Quanto all’Italia, l’editoria rappresenta il primo comparto culturale per fatturato, prima di cinema, tv e videogames. Le stime dell’Aie per il 2018 parlano di un fatturato per il mercato del libro di 3,170 miliardi di euro, in crescita del 2,1% rispetto all’anno precedente.

Tema della prima edizione saranno soprattutto i comparti dell’editoria non fiction (scolastica, accademica, professionale, saggistica, grandi opere) che rappresentano i due terzi della produzione. Saranno oltre settanta gli appuntamenti tra conferenze, tavole rotonde e workshop formativi, che vedranno protagonisti realtà dell’editoria italiana grandi e meno grandi, come Mondadori, Zanichelli, Giunti, Lattes, Loescher, Einaudi, Vallardi, Mimesis, Chiarelettere, il Mulino, per citare qualche nome. L’apertura al panorama internazionale è testimoniata dalla presenza di marchi come Phaidon, Springer, Pearson, Stanford University.  

Gli editori non saranno gli unici protagonisti. Spazio quindi a singoli professionisti (designer, manager, archivisti, sviluppatori di software, esperti di intelligenza artificiale), aziende di service, e ancora stampatori, cartiere, social media manager specializzati in divulgazione dei contenuti culturali, esperti di realtà aumentata applicata all’editoria, iconografi e type designer. Debutterà inoltre un servizio strutturato di matching tra domanda e offerta di lavoro, con le aziende che segnalano le loro esigenze e i professionisti che si candidano per le posizioni aperte.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium