/ Politica

Politica | 22 ottobre 2019, 13:15

Furia (Pd) replica all'assessore Chiorino sulla manovra del Governo

"Invece che affidarsi alla facile propaganda, ci spieghi l'assessora se ha in mente delle misure specifiche per la filiera dell'automotive, per esempio, che in Piemonte versa in particolari difficoltà"

Furia (Pd) replica all'assessore Chiorino sulla manovra del Governo

"L'assessora Chiorino  contrappone una "manovra per la crescita e sviluppo economico" del Piemonte alla Legge di Stabilità del Governo "giallo-rosso", che sarebbe a suo dire senza stimoli per la competitività. L'esponente di Fratelli d'Italia dimentica tuttavia di dettagliare questo piano competitività per il Piemonte", hanno dichiarato il segretario regionale del Pd Paolo Furia ed Enzo Lavolta, Responsabile Lavoro PD Piemonte.

"Se fa riferimento alle politiche attive del lavoro, investimenti in ricerca, garanzie giovani, è bene ricordare che si tratta di misure ereditate dalla giunta Chiamparino. Invece che affidarsi alla facile propaganda, ci spieghi l'assessora se ha in mente delle misure specifiche per la filiera dell'automotive, per esempio, che in Piemonte versa in particolari difficoltà".

"Certo non aiuta la stagnazione dell'economia nazionale, prodotta dalle dissennate scelte del principale azionista di maggioranza di questo governo regionale, la Lega. Infine, sarà bene ricordare che alcune misure per lo sviluppo e la crescita, a livello sia nazionale (si veda il piano casa da 1 miliardo) sia regionale  - di cui non conosciamo niente - sono rese possibili dalla "tanto odiata" Europa".

"Abbia il coraggio, l'assessora di Fratelli d'Italia, di ammettere di essere nel torto quando sputa sul piatto in cui mangia: quell'Europa che di fatto mette a disposizione  fondi per lo sviluppo".

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium