/ Attualità

Attualità | 03 dicembre 2019, 20:17

Approvato emendamento Lega a favore degli studenti dei comuni montani: 400.000 euro per il trasporto scolastico

"Tutti gli interventi che permettono di contrastare l’abbandono delle Terre Alte e di aiutare chi oggettivamente è sfavorito ci vedono e ci vedranno sempre in prima linea”

Approvato emendamento Lega a favore degli studenti dei comuni montani: 400.000 euro per il trasporto scolastico

“Diritto allo studio e opportunità per i territori più disagiati è il connubio che ci ha portato ad approvare questo emendamento di 400.000 euro di contributo a supporto del trasporto scolastico per gli utenti residenti nei Comuni delle Unioni Montane – dichiara il vicepresidente e assessore all'Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali Fabio Carosso. - Grazie al lavoro dei consiglieri della Lega in regione possiamo riproporre questo rimborso per gli studenti che era stato introdotto in via sperimentale nel 2018. Tutti gli interventi che permettono di contrastare l’abbandono delle Terre Alte e di aiutare chi oggettivamente è sfavorito ci vedono e ci vedranno sempre in prima linea”.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dal nostro gruppo che guarda alle esigenze concrete delle persone”, dichiara Alberto Preioni, presidente Gruppo Lega Salvini in Consiglio Regionale. “Grazie all'impegno del nostro assessore alla Montagna Fabio Carosso e al lavoro dei nostri consiglieri abbiamo valutato questo emendamento che era partito solo in via sperimentale lo scorso anno. La montagna è tra le nostre prorità, continueremo a lavorare per le Terre Alte, la sfida per i prossimi anni sarà cercare di creare concrete soluzioni per le popolazioni alpine che altrimenti non avrebbero futuro”.

Soddisfatto anche il primo firmatario, il consigliere della Valsesia Angelo Dago: “E’ un passo importante per i nostri comuni alpini, un piccolo ma grande passo per arrestare lo spopolamento dei territori disagiati e creare misure per contrastarlo. Non dobbiamo rassegnarci al declino, ma mettere in campo una progettualità concreta e realistica. Dobbiamo contrastare l’esodo che incombe su questi territori e dare il nostro sostegno a progetti e strategie orientate al futuro. Siamo solo all’inizio e resta ancora molto da fare, ma metteremo in campo logiche e progetti per valorizzare le risorse territoriali”.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium