/ Politica

Politica | 03 dicembre 2019, 13:00

La Regione (per ora) fa marcia indietro: "Nessun taglio ad Appendino con la nuova Ztl"

Ritirato momentaneamente l'ordine del giorno dell'assessore regionale Fabrizio Ricca. Ma la minaccia di ridurre i trasferimenti al Comune di Torino potrebbe ancora concretizzarsi

La Regione (per ora) fa marcia indietro: "Nessun taglio ad Appendino con la nuova Ztl"

La Regione fa marcia indietro e non presenterà - almeno per il momento - l’odg che prevedeva di tagliare i fondi al Comune di Torino, se la nuova Ztl fosse entrata in vigore. Ad annunciarlo questa mattina il capogruppo regionale della Lega Alberto Preioni, mentre in contemporanea l’assessore regionale Fabrizio Ricca - che aveva promosso l’atto - lasciava visibilmente arrabbiato il Consiglio Regionale.

Dopo una mattinata di discussione - con la minoranza pronta a non votare l’assestamento di bilancio previsto oggi, qualora fosse stato discussa la proposta di riduzione dei trasferimenti al capoluogo piemontese - il Carroccio ha preferito non ingaggiare lo scontro con il Comune di Torino e ritirare temporaneamente l'atto.

Un passo indietro che, appunto, potrebbe essere non definitivo ma fatto solo per superare l'ostruzionismo della minoranza. La minaccia paventata da Ricca di ridurre i fondi - contro la quale ieri la sindaca Chiara Appendino aveva detto di essere pronta a passare alle vie legali, per diffidare la Regione dall'andare avanti - potrebbe ancora essere attuata.

La conferma arriva anche dalle parole dell'assessore al bilancio Andrea Tronzano:"Non abbiamo cambiato posizione, l'ordine del giorno è stato ritirato per facilitare i lavori sull'assestamento, che in questo è la nostra priorità".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium