/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2019, 16:32

Genepì Piemonte IG: al via la commercializzazione della produzione certificata

Attualmente sono 9 i coltivatori in provincia di Cuneo e di Torino che hanno aderito alla filiera dei controlli

Genepì Piemonte IG: al via la commercializzazione della produzione certificata

“Oggi lanciamo il Genepì Piemonte Ig, un prodotto della tradizione piemontese che intendiamo difendere, che fa economia e valorizza il territorio offrendo benessere. Dare forza al Genepì vuol dire dare forza al territorio e la Regione darà all’iniziativa tutto l’appoggio che merita”. Con queste parole l’assessore all’Agricoltura e cibo della Regione Piemonte, Marco Protopapa ha aperto la conferenza stampa di presentazione del Genepì Piemonte Ig, che si è tenuta a Torino, il 4 dicembre, nella sede della Regione Piemonte. Sono intervenuti il presidente dell’Associazione per la tutela e valorizzazione del Genepì, Paolo Rovera e il direttore dell’Agenzia per le Dogane per la Liguria, il Piemonte e la Valle d'Aosta, Andrea Maria Zucchini.

Nel 2008 l'Associazione per la tutela del Genepì, nata nel 2002, ha avviato in collaborazione con la Regione Piemonte l'iter per la certificazione Ig, ottenendo per il Genepì Piemonte il riconoscimento a livello comunitario con l’inserimento nel Regolamento CE n. 110/2008 relativo alle Indicazioni geografiche delle Bevande Spiritose.

L’Associazione di tutela lavora in stretta collaborazione con l’Agenzia delle Dogane, organismo di controllo scelto per la certificazione dell’erba e del liquore, che ha approvato i piano di controllo e nel 2018 è partita la prima produzione certificata.

“Per la prima volta il Genepì Piemonte certificato viene presentato ufficialmente e in sede istituzionale - sottolinea il presidente dell’Associazione per la tutela del Genepì, Paolo Rovera – Con l’iniziativa di oggi si dà il via al progetto di divulgazione e commercializzazione del prodotto tipico della cultura alpina piemontese”.

“L’Agenzia delle Dogane è l’organismo designato dal Mipaaft quale struttura incaricata ad effettuare i controlli per l’indicazione geografica protetta Genepì del Piemonte –spiega il direttore interregionale dell’Agenzia delle Dogane, Andrea Maria Zucchini – Tutte le bevande spiritose sono infatti sottoposte al regime di accise ed è l’Agenzia che, in applicazione delle normative comunitarie e nazionali, effettua i controlli sulla produzione e commercializzazione”.

Attualmente sono 9 i coltivatori in provincia di Cuneo e di Torino che hanno aderito alla filiera dei controlli e sono circa 30 mila le bottiglie di Genepì Piemonte certificato, prodotte all’anno dalle distillerie aderenti all'Associazione di tutela.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium